Home » Canali » 10 Punti - Dieci curiosità su... » Federica, l’Azzurra D’Oro - 10 curiosità su Federica Pellegrini
Federica, l’Azzurra D’Oro - 10 curiosità su Federica Pellegrini

Federica, l’Azzurra D’Oro - 10 curiosità su Federica Pellegrini

Se pronunci il suo nome, la tua mente non va subito al fatto che sia giudice di un talent piuttosto famoso (mi auguro) ma visualizza una piscina e una donna che ha infranto record su record, una vera e propria Sirena con il turbo. Pronti per scoprire dieci curiosità sulla più famosa e vincente nuotatrice azzurra, Federica Pellegrini?

Indossa gli occhialini e preparati a nuotare

 

  1. L’amore per la piscina, la paura…del mare

Che ci crediate o meno, Federica Pellegrini ha paura del mare. Immagino che strida un po’, questa notizia, considerando quale sia la sua passione e professione, ovverosia la nuotatrice. Tuttavia, la Pellegrini riconosce di non avere un buon rapporto con il mare aperto e di non sentirsi a suo agio. Ha provato anche a prendere un brevetto per immersioni ma ha rinunciato dopo una lezione. Vabbè, direi che ci “accontentiamo” di vederla distruggere record su record in piscina, no?

 

  1. Un’Olimpiade a 16 anni (e un Oro sfiorato)

Classe 1988, a soli 16 anni Federica viene convocata per le Olimpiadi di Atene 2004. Gareggia e lascia indietro nuotatrici ben più esperte di lei, sino ad arrivare alla finale del 200 metri stile libero. In quella gara è un vero e proprio treno. L’oro olimpico le sfugge per soli 19 centesimi di secondo: a causa della giovane età e dell’ovvia inesperienza, non nota il recupero da parte della romena Potec, che vincerà l’Oro. Per Federica, argento olimpico, sarà il primo di molti record: a 16 anni e 12 giorni, è sarà l’atleta italiana più giovane a salire su un podio olimpico per una gara individuale. Mica male.

 

  1. Cavalier Pellegrini, prego.

Sempre nell’anno 2004, per via dell’ottima stagione e dell’incredibile prestazione in quel di Atene, Federica viene insignita del titolo di Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, diventando il più giovane “Cavaliere” del tricolore. Nel 2008 verrà insignita del titolo di Commendatore.

 

  1. In due anni conquisto 11 primati Mondiali

Tra il 27 marzo 2007 e il dicembre 2009, Federica realizza ben 11 primati Mondiali, tutti in gare individuali dello stile libero, senza preoccuparsi troppo di gareggiare in vasca lunga, vasca corta o vasca olimpica. Semplicemente, è un missile e le avversarie non riescono a reggere il suo passo, anzi le sue bracciate. Record-Girl

 

  1. Battere il tuo idolo è fantastico; battere la tua rivale in amore non ha prezzo

Nel 2007, all’inizio di quel biennio di successi, Federica conquista il primato mondiale dei 200 metri, superando –anche se di pochi centesimi-  quello conquistato nel 2002 dal suo idolo in vasca, la tedesca Franziska van Almsick. Un grande risultato e una grande gioia. Ma quelli sono gli anni in cui si forma un triangolo amoroso tra lei, la rivale (in vasca e non) Laure Manaudou, francese, e il di lei compagno, l’italiano Luca Marin. La Pellegrini batterà la francese su entrambi i campi, strappando alla Manaudou il record sui 400 metri.

 

  1. Il Record Mondiale in ricordo di Alberto

Uno degli allenatori fondamentali nella carriera e nello sviluppo di Federica Pellegrini fu indubbiamente Alberto Castagnetti. Diventato suo allenatore nel 2006, la allenò e la seguì, instaurando con lei un rapporto molto profondo. Nel 2009, dopo tre anni di record, ori olimpici (Bejing 2008) e primati, Castagnetti subì un’operazione al cuore. Federica, pur di stargli vicino, posticipò diversi appuntamenti, compreso un viaggio negli Stati Uniti. Il Mister morì nel mese d’ottobre e Federica, alla fine dell’anno, si presentò agli Europei in vasca corta a Istanbul. Nonostante la forma non ottimale e il lutto, la Pellegrini conquistò un nuovo record mondiale. La dedica, speciale e sentita, venne rivolta proprio all’artefice di tanti successi, Mister Castagnetti.

 

  1. E se domani diventassi stilista?

La carriera di una nuotatrice ad alti livelli non può essere eterna e, superata la boa delle trenta primavere, si inizia a valutare quello che si farà in seguito, una volta appesi occhiali e cuffietta al chiodo. Federica non ha mai nascosto la passione per la moda e per le scarpe. Considerando che ha una “collezione” decisamente consistente, la nuotatrice ha dichiarato che vorrebbe creare una propria linea di moda, magari incentrata proprio sulle scarpe.

 

  1. La Portabandiera

Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, Federica ha avuto l’onore di essere la Portabandiera della rappresentativa italiana, un ruolo che diversi Campioni hanno ricoperto, edizione dopo edizione. Giusto per nominare qualche suo “collega” (e parlo solo delle Olimpiadi Estive): Sara Simeoni, Pietro Mennea, Giuseppe Abbagnale, Giovanna Trillini, Jury Chechi, Antonio Rossi, Valentina Vezzali… Ottima compagnia.

 

  1. Cento, cento, cento!

Se avete pensato a “Ok, il prezzo il Giusto”, probabilmente avete qualche primavera sulla groppa. Ma la citazione serviva per darvi l’idea numerica: cento titoli. Nel 2015, la nostra ha superato quota 100 titoli nazionali, unica atleta italiana ad esserci riuscita. E parliamo di 5 anni fa: nel frattempo la bacheca si è arricchita.

 

  1. The One

Nel 2019, Federica ha infranto un altro record, giusto per non perdere l’allenamento: è stata (e lo è tuttora) la prima e unica nuotatrice della storia che ha vinto 8 medaglie consecutive in 8 edizioni dei Campionati Mondiali, con un palmares che vanta 4 ori, 3 argenti e 1 bronzo. Immensa.

Con le Olimpiadi di Tokyo posticipate al 2021 (e relative ultime gare per accedere al torneo iridiato), Federica ha ancora la possibilità di partecipare alla sua quinta Olimpiade consecutiva.

E chissà che non ci regali ancora una gioia, magari salendo sul odio Penta cerchiato in terra d’Oriente.

 

Alberto Caboni

 

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.