Home » Canali » A day in the Life » Elisa di Francesca - In punta di fioretto
Elisa di Francesca - In punta di fioretto

Elisa di Francesca - In punta di fioretto

Avere la fortuna di studiare la nobilissima disciplina del fioretto con i migliori maestri dell’epoca. Ingaggiare dei duelli spettacolari, coreografici ed unici alle Olimpiadi.

Indossate la maschera, impugnate il fioretto e salite in pedana. La protagonista assoluta è Elisa di Francisca da Jesi, fiorettista mondiale.

LA PEDANA, I MAESTRI, I TRIONFI

Elisa Di Francisca nasce il 13 dicembre del 1982 a Jesi, in provincia di Ancona. La sorella Martina frequenta una palestra di scherma. Proprio con Martina, Elisa sale in pedana e si avvicina alla scherma, dopo avere praticato danza per qualche anno. Particolare non indifferente: la Di Francisca avrà la fortuna studiare e formarsi con i maestri del fioretto: Ezio Triccoli, Stefano Cerioni e Giulio Tommassini. I risultati si vedono da subito: nel 1995 diventa campionessa italiana nella categoria Ragazze nel 1995, ottenendo l'argento nei campionati italiani Allievi nel 1996.

Nel 2000 giunge seconda ai campionati Giovani, e terza agli Assoluti.

I primi anni Duemila la vedono coinvolta in differenti tornei. Il Commissario tecnico della Nazionale si accorge ben presto di lei: nel 2004, a soli 22 anni, conquista l'oro a squadre nel fioretto ai Mondiali di New York.

Nello stesso anno prende parte anche agli Europei di Copenhagen, in Danimarca, dove ottiene il bronzo nella gara a squadre e si classifica quinta nella gara individuale. Agli Assoluti, invece, non va oltre il quinto posto individuale, mentre nel torneo a squadre ottiene una medaglia di bronzo.

Nel 2005 partecipa alle Universiadi di Izmir, guadagnandosi l'oro a squadre (e vince per la prima volta in Coppa del Mondo, a L'Avana, mentre ai Mondiali di Lipsia non riesce ad andare oltre al quinto posto.

 Nel 2006 i Mondiali di scherma si tengono a Torino ma Elisa non va oltre il settimo posto. Arriva secondo ai Campionati Europei. Purtroppo non riesce a qualificarsi per le Olimpiadi di Pechino del 2008.

ELISA BOOM: GLI ANNI DELLA CONSACRAZIONE

nel 2009 Elisa ottiene l'oro a squadre sia ai Mondiali che agli Europei, al fianco di Arianna Errigo, Ilaria Salvatori e Valentina Vezzali. L'esplosione definitiva arriva nel 2010, anno in cui conquista sei podi in Coppa del Mondo (un oro, due argenti e tre bronzi) e conquista il suo primo successo in un Gran Prix a Marsiglia, contro la sudcoreana Nam. Diventata campionessa italiana dopo aver sconfitto in finale la concittadina Vezzali.

Agli Europei di Siracusa arriva sul podio, occupando il gradino più basso fermandosi al bronzo, ma si rifà immediatamente ai Mondiali di Parigi, diventando campionessa iridata.

I successi si susseguono uno dopo l'altro: nel 2011 la Di Francisca vince la Coppa del Mondo e la medaglia d'oro agli Europei di Sheffield, oltre all'argento (sia individuale che a squadre) ai Mondiali di Catania. Il 2012 è l'anno d'oro dell'atleta jesina: dopo essere stata insignita, in aprile, del Collare d'oro al merito sportivo e avere trionfato agli Europei di Legnano, vince la medaglia d'oro anche alle Olimpiadi di Londra, battendo l'altra azzurra Arianna Errigo in finale. Il podio, per altro, è completato da Valentina Vezzali, che nella finalina per il terzo posto ha sconfitto la sudcoreana Nam. Ma non è finita qui, perché dalla pedana londinese arriva anche l'oro nel torneo a squadre, vinto con la collaborazione di Ilaria Salvatori, Arianna Errigo e Valentina Vezzali.

Dopo i fasti inglesi, Elisa Di Francisca cambia allenatore, e passa da Stefano Cerioni (che nel frattempo ha avuto dissapori con la federazione italiana ed è andato ad allenare in Russia) a Giovanna Trillini, ex olimpionica, anche lei jesina.

Nel 2013 si aggiudica la medaglia d'oro agli Europei di Zagabria battendo in finale la russa Yakovleva: al trionfo individuale si aggiunge il successo a squadre, in compagnia di Carolina Erba, Benedetta Durando e Arianna Errigo. Dopo essersi appesa al collo l'oro conquistato ai Giochi del Mediterraneo di Mersi, ad agosto prende parte ai Mondiali di Budapest: nella rassegna ungherese ottiene il bronzo nel torneo individuale e l'oro nel torneo a squadre, al fianco di Erba, Vezzali ed Errigo.

Alle Olimpiadi di Rio 2016, allenata dalla ex campionessa Giovanna Trillini, conquista la medaglia d'argento.

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.