Home » Canali » A Day in the Life » Jean-Claude Van Damme – Kickboxer, il Guerriero Belga
Jean-Claude Van Damme – Kickboxer, il Guerriero Belga

Jean-Claude Van Damme – Kickboxer, il Guerriero Belga

Se pensi ad uno dei più forti artisti marziali nel cinema, pensi a lui.

Partito da un piccolo comune belga, gracile come un fuscello, è diventato l’emblema del karate cinematografico.

Indossate il vostro karate-gi, stringete bene la cintura nera al busto e seguitemi all’interno del Dojo: benvenuti nella vita di Jean-Claude Van Damme

 

Van Varenberg, un fisico gracile, Karate Shotokan, Danza, Kickboxing, Muay Thai, Taekwondo

 

Jean-Claude Camille François Van Varenberg (colui che diverrà Van Damme) nasce a Sint-Agatha-Berchem, comune bilingue della Regione di Bruxelles, il 18 ottobre 1960. Essendo di costituzione gracile, papà Eugène lo iscrive ad un corso di Karate Shotokan con il Maestro Claude Goetz. Dopo due anni inizia a praticare sollevamento pesi. Su consiglio del Maestro, a 16 anni Jean-Claude va a studiare danza classica per 5 anni, in modo tale da perfezionare l’elasticità fisica.

A 18 apre la sua prima palestra, la “California Fitness Center”, scegliendo di specializzarsi anche in differenti arti marziali, quali il Kickboxing, il Muay Thai e il Taekwondo.

Nel 1981, il 21enne belga ottiene una piccola parte in “Rue Barbare”, film francese diretto da Gilles Béhat. Il film non ha successo ma convince Van Damme che quella sia la giusta strada. Vende la palestra, si organizza con l’amico (anch’esso atleta e aspirante attore) Michel Qissi e parte per Los Angeles. I primi tempi non sono fortunati: i due vivono in macchina a causa delle ristrettezze economiche. In questi anni (parliamo del 1984) gira un film in qualità di stuntman “Monaco Forever”. L’anno successivo ottiene la parte del “Villain” (proprio lui, che di Villain non ha proprio la faccia) in “Kickboxer – Vendetta Personale”. Grazie a questa pellicola attira le attenzioni di Arnold “Mr. Universo” Schwarzenegger, che lo contatta per “Predator”.

Diverse sono le leggende che girano attorno alla partecipazione di Van Damme alla pellicola: c’è chi sostiene che il nostro, contattato per interpretare l’alieno Predator, arrivi in ritardo il giorno delle riprese e venga sostituito in corsa da Kevin Peter Hall (il Predator del film). Altre voci suggeriscono che Van Damme sia stato chiamato come “semplice” stuntman o che fosse Lui ad interpretare l’Alieno durante la scena di lotta finale contro “Schwarzy”.

Nel 1986, Van Damme punta dritto alla “Cannon Film” e al suo proprietario, Menahem Golan (Produttore di innumerevoli film, alcuni “Giustiziere della Notte”, “Superman IV”, “Cobra” etc..). anche qui non si sa che Van Damme si esibisca all’interno degli uffici di Golan o in un ristorante dove il produttore stava allegramente pranzando. Fatto sta che Golan propone a Van Damme una pellicola, “Senza Esclusione di Colpi”. Una volta terminate le riprese, si scopre che il film è destinato al mercato degli Home-Video, ritenuto troppo debole per il grande schermo. Jean-Claude insiste, insiste fino a che il film non viene proiettato a Parigi e in Malaysia, dove riscuote un buon successo, tanto da portare il produttore a programmare la proiezione in alcune sale americane. Tuttavia, Van Damme recide con la Cannon E cerca nuove case produttrici. Inaspettatamente, “Senza Esclusione di Colpi” esplode in tutto il Mondo e Golan richiama immediatamente l’atletico belga che –per il momento – è bloccato da un’altra produzione. Si tratta di “Aquila Nera”, che vedrà la luce nel 1988.

L’anno successivo, sfruttando i set preparati per il sequel di “Master of the Universe” (Avete mai visto il primo film? Perfetto, saprete anche perché non si girò mai il seguito. Fu un flop tremendo), Van Damme recita in “Cyborg”. Sempre durante l’anno solare, arriva “Kickboxer – Il nuovo guerriero” che ha il merito di far innamorare molti giovani (e non) dell’arte marziale, oltre che lanciare Van Damme nel Gotha di Hollywood.

Giusto per darvi un’idea: l’anno successivo, Van Dame gira 14 minuti di pubblicità per Gianni Versace, diventando testimonial ufficiale. Nello stesso anno escono “Colpi Proibiti” e “Scommessa Vincente”, dove apparirà –in un piccolo ruolo- il suo carissimo amico Michel Qissi

L’anno successivo, Van Damme si “sdoppia” cinematograficamente, interpretando due gemelli guerrieri contro il Villain di turno, interpretato dal Maestro d’arti marziali Bolo Yeung (una vera autorità del genere).

Gli anni Novanta vedranno la stella di Van Damme brillare ad intermittenza: nel 1994 è protagonista di “Street Fighter”, tratto dall’omonimo videogames, dove interpreta il Marine William F. Guile e di “Timecop – Indagine dal Futuro” il film che ha incassato di più nella quarantennale carriera del belga.

Van Damme incappa anche in film non eccezionali, come “Double Team”, minestrone su pellicola che vede partecipare Dennis Rodman (il “Bad boy” della NBA e dei Chicago Bulls di Jordan) o nel suo esordio dietro la camera, “La Prova” (1996).

Nel 2009 rifiuta di entrare nel cast della nuova pellicola firmata da Stallone. Si tratta di “The Expendables” (tradotto in italiano come “I Mercenari”) che vede un cast stellare: Stallone, Bruce Willis, Jason Statham, Chuck Norris, Dolph Lundgren, Jet Li. Ha in ballo una sua pellicola che vedrà la luce soltanto nel 2017.

Nel 2012, convinto dagli amici di un tempo (Schwarzenegger, Jet Li, Lundgren e lo stesso Stallone) partecipa al sequel de “I Mercenari”, dove si ritrova nei panni del cattivo.

Sarà che gli anni sono passati anche per lui e le rughe segnano il suo viso, però rende sicuramente meglio come Cattivo rispetto all’ultima volta.

Jean-Claude Van Damme è considerato un eroe nazionale, in quel del Belgio, pari soltanto alla Divina Audrey Hepburn

Un ragazzo gracile che ci ha creduto sempre, che ha sudato per guadagnarsi un posto nel mondo di celluloide

E ci è riuscito a suoni di arti Marziali, facendo appassionare un’intera generazione

 

Bon Anniversarie, Jean-Claude

 

 

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.