Home » Canali » A day in the Life » Lewis Carroll - Il magico mondo di Alice
Lewis Carroll - Il magico mondo di Alice

Lewis Carroll - Il magico mondo di Alice

Scrittore poliedrico, autore dei libri che hanno permesso di viaggiare letteralmente attraverso altri mondi, presentandoci personaggi unici, quali il Bianconiglio, lo Stregatto, il Cappellaio Matto e soprattutto lei, la bionda e giovane Alice.

Prepariamoci ad un viaggio attraverso una caduta interminabile o uno specchio. Inseguiamo un coniglio con il panciotto e tuffiamoci nel “Paese delle Meraviglie” creato da Lewis Carrol.

LEWIS, CHARLES, LA MATEMATICA E LA FEDE

Charles Lutwidge Dogson, ovvero colui che adotterà il nome d’arte di Lewis Carrol. NdA- nasce a Daresbury, nel Cheshire (Inghilterra) il 27 gennaio 1832. Svolge i suoi studi nel College di Rugby e nel Christ Church College di Oxford, dove resta sino al 1881 in qualità di lettore di matematica pura.  Una passione, quella per i numeri, che Dogson/Carroll manterrà per l’intera vita, dedicando alla materia innumerevoli trattati.

Altro punto fermo – nella sua vita – è le fede. Viene ordinato diacono nel 1861 ma non prenderà mai gli ordini superiori.

Carrol è molto timido e socializza con molte bambine, tra le quali una è la figlia del Decano del Christ Church College (nonché co-autore del celebre dizionario greco – inglese Lidell – Scott, H.G. Lidell. NdA). Il nome della bimba è Alice.

Per lei, Carroll (per scrivere, Dogson adotta il nome d’arte. NdA) scriverà “Alice’s Adventures in Wonderland” (tradotto in Italia con il titolo di “Alice nel Paese delle Meraviglie”. NdA), che pubblicherà nel 1865.

Un libro che segna diverse generazioni, grazie alla storia, ai personaggi meravigliosi, ispirati alle carte da gioco (La Regina di Cuori su tutti) oltre che dalla fantasia sfrenata di Carroll.

Visto il successo, sei anni dopo -1871- Carroll darà alle stampe il seguito della Storia di Alice. “Attraverso lo Specchio” è un altro incredibile viaggio, dove Alice interagisce con personaggi ispirati dal gioco degli Scacchi. Inutile dire che il romanzo diverrà fonte d’ispirazione per generazioni di scrittori, bambini, adulti e appassionati di scacchi.

IL REVERENDO, LO SCRITTORE E IL MATEMATICO

Carroll/Dogson alterna le diverse pubblicazioni. Oltre ai libri fantastici, firmati con il nome d’arte, nei “panni” del Dottor Dogson pubblica alcuni interessanti scritti legati alla matematica e alla logica. Opere come "Euclide e i suoi rivali moderni" (1879), "Il gioco della logica" (1887), "Che cosa disse la tartaruga ad Achille" (1894) e "Logica simbolica" (1896), avvicinarono i giovani –e non- lettori di Carroll allo opere di Dogson.

Non solo: come Reverendo, Dogson si cimentò in numerosi articoli legati alla rappresentanza proporzionale.

Dopo aver contratto la bronchite, Lewis Carrol o Charles Dogson che dir si voglia, venne a mancare il 14 gennaio 1898 a Guildford, Surrey.

Con lui viene a mancare un creatore di mondi e avventure, che hanno coinvolto con lo stesso entusiasmo adulti e giovani, uno scrittore capace di portarci realmente Attraverso lo Specchio.

Sii quello che sembri.
Lewis Carroll

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri presenti nell'immagine.