fbpx Roger Taylor - Sonic Volcano | GP Report
Home » Canali » A day in the Life » Roger Taylor - Sonic Volcano
Roger Taylor - Sonic Volcano

Roger Taylor - Sonic Volcano

ROGER TAYLOR: FROM TRURO TO LONDON

Nascere a Truro, un piccolo centro della Cornovaglia. Partire a Londra, diventare in contemporanea un Biologo, uno dei migliori batteristi rock ancora in circolazione e “The Sonic Volcano”.

Semplicemente, benvenuti all’interno della vita di Roger Taylor, fondatore e batterista dei “Queen”.

NEVER WANTED TO BE THE BOY NEXT DOOR

Roger Taylor nasce a King’s Lynn, nel Norfolk, il 26 luglio del 1949. Sin da giovane la musica lo affascina, lo incuriosisce. Soprattutto il rock’n’roll, che esplode quando Roger è ancora bambino. I primi approcci con le sette note avvengono nella Parrocchia di Truro, la città dove passa l’adolescenza, dove Roger canta all’interno del Coro.

Un giorno, Roger vide suo cugino strimpellare una chitarra. Bellissimo, pensa. Devo imparare, pensa. Impara gli accordi di base sia della chitarra che dell’ukulele e mette su i “Cousin Jack”, il suo primo gruppo. Roger ha soltanto otto anni ma ha già capito cosa vorrà fare da grande.

L’unica cosa che non gli è molto chiara è quale strumento usare: infatti, i tamburi ed i piatti della batteria lo attirano sempre più, tanto, tantissimo.

Natale dello stesso anno, Natale del 1957. Roger riceve in regalo una batteria da parte del padre. È l’inizio del “nostro” Roger Taylor.  Dopo una gavetta con diversi gruppi fondati e sciolti, nel 1967 un amico di Roger trova un volantino su una bacheca.

“Cercasi batterista stile Ginger Baker/ Mitch Mitchell (il primo batterista dei Cream di Eric Clapton; il secondo batterista della Jimi Hendrix Experience. NdA).”.

L’annuncio sembra costruito su misura per il giovane Roger, 18enne di belle speranze appena trasferitosi a Londra per studiare Biologia, che chiama subito. A rispondergli è un certo Brian May, chitarrista e studioso in Astronomia.

Roger e Brian suoneranno assieme negli “Smile”, in compagnia di Tim Staffel, bassista e cantante. Quando Staffel deciderà di lasciare il gruppo, Roger proporrà a Brian un suo amico nel ruolo di cantante e pianista. Un ragazzo nato a Zanzibar, dal nome esotico e laureando in Design, che gestisce con Roger una bancarella di vestiti a King’s Road: Farrokh Bulsara, che ben presto diventerà Freddie Mercury.

THE SONIC VOLCANO

Ai tre musicisti, ribattezzatisi “Queen” si aggiunge il silenzioso bassista John Deacon. È proprio assieme a Deacon che Roger diventa “The Sonic Volcano”: un vulcano sonoro, un tappeto ritmico unico, in cui le capacità dell’uno esaltano l’altro, in un continuo rimando di piccoli tocchi che creano il sound della “Regina”.

Roger, oltre ad essere musicista, è anche autore di alcune hit indimenticabili della band. Vi dicono nulla “Radio Ga-Ga”, “A Kind of Magic” e “Drowse”.

Roger suonerà nei Queen sino al 25 novembre 1991, giorno in cui Freddie Mercury verrà a mancare. Dei tre superstiti, Roger è il meno propenso a smettere di suonare. Lo dobbiamo ai nostri fans, pensa. Lo dobbiamo a Freddie, lo dobbiamo a noi.

AND NOW? LIFE GOES ON

Brian condivide le sue idee, John preferisce defilarsi e non suonare più. Agli inizi degli anni 2000, I due “Queen” incontrano Paul Rodgers, ex cantante dei Free e dei Bad Company. La loro collaborazione “Queen + Paul Rodgers” gir il mondo, anche se non entusiasma tutti i fan.

Dopo alcuni anni il sodalizio con Paul termina ed inizia quello con Adam Lambert, istrionico front-man con spiccate qualità vocali e di entertainment, molto vicino alle corde Mercuryane.

Ad oggi, i Queen + Adam Lambert continuano a far ballare, cantare ed emozionare migliaia di fan, nonostante Roger –come capitato ad alcuni colleghi illustri, come il chitarrista degli Who Pete Townshend e l'ex batterista dei Genesis Phil Collins- sia totalmente sordo all’orecchio destro.

"Quando ho provato gli apparecchi acustici per la prima volta, mi sono immaginato come quel vecchio bislacco sul retro della chiesa con la trombetta acustica infilata nell’orecchio, ma questi apparecchi non si notano e la gente non si rende conto che li hai. Sono sempre un rocker e sono sempre orgoglioso di esserlo".

Roger ha un altro orgoglio: alcuni tra i suoi figli (ne ha avuto 5 da differenti compagne) stanno ricalcando le orme paterne in campo musicale. Uno su tutti Rufus, batterista talentuoso che ricorda lo stile paterno, attualmente percussionista nei “The Darkness”, gruppo britannico che ha come ispirazione primigenia proprio i primi Queen. Le coincidenze…

E pensare che tutto partì da un ragazzino biondo proveniente da una cittadina della Cornovaglia…

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.