Home » Canali » A Day in the Life » SII GENTILE, OGGI PIÙ CHE MAI - GIORNATA MONDIALE DELLA GENTILEZZA
SII GENTILE, OGGI PIÚ CHE MAI - GIORNATA MONDIALE DELLA GENTILEZZA

SII GENTILE, OGGI PIÙ CHE MAI - GIORNATA MONDIALE DELLA GENTILEZZA

Tra le tante festività che sono state aggiunte ed evidenziate nel nostro calendario, ce n’è una che molto spesso passa inosservata.

Eppure è una delle Giornate Mondiali alle quali non solo dovremmo fare più attenzione in assoluto ma che dovremmo davvero festeggiare nel giusto modo.

Si tratta della Giornata Mondiale della Gentilezza, che cade proprio il 13 novembre.

So cosa alcuni di voi penseranno: “Ma io sono sempre gentile”, “Ma che bisogno c’è di una festa simile?” “Non ha senso essere gentili quel giorno e poi essere tutt’altro per il resto dell’anno”.

Tutte valutazioni assolutamente lecite e comprensibili, sinceramente.

Lasciate che vi spieghi meglio perché nacque questa Giornata e quali sono i suoi principi fondanti.

Ora più che mai, visto l’Annus Horribilis che stiamo ancora attraversando, c’è tanto bisogno di gentilezza a questo mondo.

L’idea dell’iniziativa è nata in Giappone, terra dove la cortesia e la gentilezza sono decisamente di casa. Era il 1996 dal Japan Small Kindness Movement, che quell’anno mutò in World Kindness Movement (Movimento Mondiale per la Gentilezza).

Cosa s’intende per gentilezza e come ci si può approcciare nel giusto modo a questa giornata?

Innanzitutto la gentilezza è cortesia, buone maniere e buona educazione. È un insieme di concetti e usi che sarebbe meglio applicare alla nostra quotidianità. E non per avere la “nomea” di persona gentile o altro: è qualcosa che fa davvero bene all’umore, conseguentemente al nostro organismo.

Piccolo gesti, attenzioni, cortesia: anche in questo periodo devastante, tra zone che cambiano di colore repentinamente, lockdown, coprifuoco e giustificatissime paure, si può essere gentili.

È importante per sé e per gli altri. Non pensate che solo gli esseri umani possano essere gentili. Sono innumerevoli le razze animali che compiono gesti di cortesi e gentilezza nei confronti di altri rappresentanti della loro specie o di specie differenti.

Alla fine le “differenze” non esistono, sono soltanto un’armatura di preconcetti che ci ritroviamo spesso addosso, tra capo e collo.

Tuttavia, ricordatevi: siate gentili. Non vi costa fatica, né denaro, né impegno.

Oggi più che mai festeggiamo nel giusto modo: con un po’ di gentilezza e cortesia.

Vorrei farvi conoscere l’opinione di Eugenio Borgna, psichiatra fenomenologo, sulla gentilezza:

La gentilezza ci consente di allentare le continue difficoltà della vita, le nostre e quelle degli altri, di essere aperti agli stati d’animo e alla sensibilità degli altri, di interpretare le richieste di aiuto che giungano non tanto dalle parole quanto dagli sguardi e dai volti degli altri: familiari, o sconosciuti.

La gentilezza è un fare e un rifare leggera la vita, ferita continuamente dalla indifferenza e dalla noncuranza, dall’egoismo e dalla idolatria del successo, e salvata dalla gentilezza nella quale confluiscono, in fondo, timidezza e fragilità, tenerezza e generosità, mitezza e compassione, altruismo e sacrificio, carità e speranza.

La gentilezza è come un ponte che mette in relazione, in misteriosa e talora mistica relazione, queste diverse disposizioni dell’anima: queste diverse forme di vita: queste diverse emozioni. Ma la gentilezza è un ponte anche perché ci fa uscire dai confini del nostro io, della nostra soggettività, e ci fa partecipare della interiorità, della soggettività, degli altri; creando invisibili alleanze, invisibili comunità di destino, che allentano la morsa della solitudine, e della disperazione, aprendo i cuori ad una diversa speranza, e così ad una diversa forma di vita

 

Siamo gentili, allora. Oggi più che mai.

Oggi come ogni giorno, Proviamoci.

 

ALBERTO CABONI

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.