Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Cagliari Primavera - Cronaca 1° Giornata Cagliari - Lecce
Pareggio soddisfacente in attesa della migliore condizione

Cagliari Primavera - Cronaca 1° Giornata Cagliari - Lecce

Inizio zoppicante per il Cagliari Primavera che nella prima uscita della nuova stagione raccoglie un punto contro il Lecce grazie all’1 a 1 maturato ad Asseminello.

La prima frazione di gioco è stata prettamente di studio, con le due squadre che cercavano di applicare le tattiche studiate in allenamento in modo un po’ troppo scolastico e prevedibile. Di occasioni davvero pericolose non se ne vedono e le due compagini riescono ad avvicinarsi alla porta avversaria quasi esclusivamente tramite calci piazzati. L’unico tiro in porta di questi 45 minuti è di Gonzalez al 26’ che tenta la conclusione da fuori trovando prima la deviazione di un difensore e poi la semplice parata a terra di D’aniello. Nel secondo tempo invece la partita cambia immediatamente.

È il 51’ quando Salomaa mette un bel cross da calcio d’angolo che raggiunge Lemmens al centro dell’area, il quale impatta la sfera con una zuccata che termina alle spalle del portiere rossoblù. Il vantaggio ospite scuote i sardi, che reagiscono in modo rabbioso prima con il tiro deviato di Secci sul quale poi Cavuoti non riesce a insaccare e poi con un altro tiro deviato, stavolta di Desogus, che impegna il portiere Borbei ad una respinta in angolo. Proprio su questo tiro dalla bandierina arriva il pareggio rossoblù. Cross a rientrare di Conti e conclusione di testa vincente di Palomba, che raccoglie un iniziale deviazione smorzante di Kourfalidis al centro dell’area. Raggiunta la parità è soprattutto il Cagliari a volerla vincere ma la stanchezza e la poca lucidità non permettono di affacciarsi in maniera pericolosa alla porta avversaria, salvo che su calcio piazzato.

Successivamente ai gol, le azioni non risultano mai veramente insidiose e la gara si sposta di più sul piano agonistico, andandosi a innervosire abbastanza nell’ultima parte visti cinque gialli annotati a fine match. Al triplice fischio del signor Taricone nessuna delle due squadre si può dire realmente delusa ed entrambe fanno tesoro di questo punticino per arrivare preparate al prossimo appuntamento di campionato a metà settembre. Il Cagliari può quindi prendersi queste settimane per limare i punti deboli e per compattare ancora di più un gruppo che è reduce dall’addio di tanti elementi chiave.

Nel frattempo, sono stati buoni gli esordi dei nuovi volti con Secci che ha avuto qualche difficoltà sulla fascia ma che in ogni caso ha disputato una discreta gara, Obert che è parso un difensore dotato di buona personalità e qualità e con Yanken che ha dimostrato ottime doti da attaccante boa, specializzato nella copertura e lavorazione della palla. Le premesse per non far rimpiangere i partenti ci sono tutte e starà ad Agostini e ai suoi dimostrarci che la vera forza di questo collettivo è l’affiatamento e il gruppo, come più volte ribadito.

 

Andrea Sanna

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.