Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Cagliari Primavera - Cronaca 9° Giornata Atlanta - Cagliari
Cagliari Primavera - 9° Giornata - Atalanta - Cagliari

Cagliari Primavera - Cronaca 9° Giornata Atlanta - Cagliari

 

È terminato con una sconfitta il match che ha visto sfidarsi l’Atalanta Primavera e il Cagliari Primavera questo pomeriggio a Zingonia.

La gara è iniziata con una predominanza dei padroni di casa che sono riusciti a far girare bene la palla e a eludere efficacemente le iniziative di impostazione dei sardi. Le prime fiammate nerazzurre arrivano prima al 9’ con Zuccon che da fuori area tenta la conclusione che termina alta e poi tre minuti più tardi con De Nipoti che, dopo essere entrato molto bene in area, fallisce il tiro a pochi metri da D’Aniello, concludendo in modo più che blando e consegnando di fatto il pallone al portiere degli isolani.

Passano pochi minuti e, dopo una conclusione di Renault al 15’ ben deviata in angolo dal tuffo di testa di Iovu, accade l’episodio che cambia il volto del match: De Nipoti va via ancora una volta alla difesa ospite e viene atterrato con una scivolata da dietro da Iovu che cercava di fermarlo. Rosso diretto per il moldavo, che in settimana aveva anche esordito con la nazionale maggiore, e Cagliari in 10 uomini già dal 18’ del primo tempo. L’inferiorità numerica non fa che aumentare il divario tra le due squadre e dopo dodici minuti di pressione costante i padroni di casa passano in vantaggio. Sugli sviluppi di calcio di punizione viene fatta un’ottima sponda di testa per De Nipoti, lasciato colpevolmente solo al centro dell’area, che di testa impatta in modo poco convinto ma sufficiente per battere un D’Aniello che, nonostante fosse arrivato sulla palla, non riesce ad evitare che la sfera superi la linea. Vantaggio meritato per i bergamaschi che trovano il gol con il loro giocatore migliore fino a quel momento. Il primo tempo termina senza altre occasioni ma con il nervosismo che sale visto che a metà gara i cartellini mostrati sono già sei, cinque gialli e un rosso, con le due squadre che si dividono equamente le penalità.

La seconda frazione inizia con gli ospiti che attaccano in modo costante alla ricerca del raddoppio ma che devono fare i conti con un D’Aniello attentissimo che prima blocca a terra la potente conclusione di Olivieri al 53’ e poi compie il miracolo su una grande azione di De Nipoti tre minuti dopo. I padroni di casa continuano a spingere e al 56’ colpiscono il montante sulla conclusione di Renault, bravo a rientrare sul destro e a calciare sul primo palo. Dopo tutta questa pressione il Cagliari cerca di reagire e avrebbe la possibilità di rimettere in piedi la partita in ben due occasioni. Inizialmente al 72’ quando Palomba, rimasto in attacco dopo una palla inattiva, intercetta in scivolata un pallone vagante al limite dell’area e serve Yanken che a tu per tu con il portiere mette alto sul secondo palo e, nove minuti più tardi, con lo stesso Yanken che, durante un contropiede clamoroso in due contro uno, si fa ingolosire dal dribbling di troppo non servendo Desogus solo davanti al portiere. I sardi continuano a cercare il pareggio con attacchi confusi, complice un’Atalanta davvero immatura nella gestione del vantaggio e della superiorità numerica, ma dopo quattro minuti di recupero il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi. Terza sconfitta stagionale per i rossoblù che rimangono noni in classifica, in attesa dei risultati delle altre, e rinvigoriscono una squadra bergamasca che non vinceva da sei partite tra campionato e coppa.

La testa dei ragazzi di Agostini va ora alla sfida casalinga di settimana prossima con il Milan, nella speranza di ritornare subito ad una vittoria per non perdere il buon ritmo mostrato in questa prima parte di stagione.

 

Andrea Sanna

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.