Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Fabio Aru debutta al Tour Colombia
Fabio Aru debutta al Tour Colombia

Fabio Aru debutta al Tour Colombia

Il 2020 si presenta, come ogni nuovo anno, più puntuale e preciso che mai portando con sé nuovi obiettivi, nuove sfide e nuovi eventi. Fabio Aru, il più forte ciclista sardo di sempre, questo lo sa molto bene e non perde certo tempo, cominciando da subito a macinare chilometri utili e fondamentali per quelle che saranno le competizioni principali che si svolgeranno nel corso della stagione.

Martedì 11 febbraio – con la cronosquadre di 16 chilometri presso il principale centro culturale colombiano della città di Tunja, capoluogo del dipartimento di Boyacá - ha preso inizio il Tour Colombia ovvero una breve manifestazione a tappe giunta alla sua terza edizione. Ai nastri di partenza è presente anche Fabio Aru, ribattezzato ‘’Il Cavaliere dei Quattro Mori’’, in piena fase di preparazione per quella che sarà una stagione importantissima della sua carriera, dopo due anni non facili minati da problemi fisici e situazioni non particolarmente favorevoli per lo scalatore di Villacidro. Dopo un buon esordio in occasione della prova contro il tempo disputata insieme ai suoi compagni della UAE TEAM EMIRATES, per Fabio Aru questi sono giorni in cui poter ‘’fare distanza’’, riprendere confidenza con i ritmi delle competizioni e temprare a dovere le sue gambe in occasione della sesta, durissima tappa, della manifestazione a tappe colombiana: 182 chilometri con arrivo in quota – si parla di 3266 metri – presso El Once Verjon. 182 chilometri caratterizzati da una durissima salita finale di circa 18 chilometri e poco più, che rappresenteranno un primo importante appuntamento per le ruote resistenti del gruppo, in primis Fabio Aru che avrà l’opportunità di confrontarsi sul terreno a lui maggiormente congeniale con corridori del calibro di Egan Bernal, giovane e talentuosissimo corridore di Bogotà vincitore dell’ultima edizione del Tour de France.

La nuova stagione ciclistica è appena cominciata ma i presupposti per assistere ad avvincenti prove ci sono tutte: Fabio Aru viene da giorni difficili, da giorni non facili da affrontare per uno sportivo sia dal punto di vista atletico che umano. Nonostante tutto c’è ancora e si sa che, nella vita come nello sport, è bene non dare mai del finito a qualcuno prima che sia realmente così. Ciò che conta attualmente, più di qualsiasi altra valida prestazione, è che il cavaliere dei Quattro Mori ritrovi serenità, fiducia nelle sue capacità e gioia nel pedalare. Il resto verrà da sé e sarà la strada a stabilirlo, dea severa e talvolta ingiusta in grado di dare quei responsi tanto attesi e ben più significativi delle parole, alle volte superflue e poco opportune.

Mattia Lasio

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.