Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Fantacalcio 2021/2022 - 14° Giornata
Fantacalcio 2021/2022 - 14° Giornata

Fantacalcio 2021/2022 - 14° Giornata

Smaltite le delusioni ed i successi arrivati in ambito europeo durante la settimana, le squadre di Serie A sono pronte a tornare in campo per la 14° giornata del nostro campionato. Vediamo chi saranno gli eletti dalla redazione di GP Report per portarvi al successo anche questo weekend.

Portieri:

Handanovic (Inter): L’esperto portiere nerazzurro non è più nel suo momento “prime”, come dicono i giocatori di Fifa per intendere il miglior momento di forma, ma ancora mostra interventi di gran classe in qualche occasione. Il successo contro il Napoli, ad esempio, non sarebbe arrivato senza un suo miracolo e crediamo che questa prestazione lo possa aver esaltato. La trasferta di Venezia si prospetta abbastanza abbordabile e confidiamo nel fatto che lo sloveno possa ottenere un’ottima valutazione a fine match.

Cragno (Cagliari): Il terzo portiere della nazionale non ha iniziato l’anno nel migliore dei modi, al pari della sua squadra, e la mancanza dei suoi miracoli ha fatto calare la sicurezza un po’ in tutta la sua difesa. Nelle ultime uscite però è sembrato rinato e in qualche occasione ha salvato il risultato in modo determinante per i suoi. La partita contro la Salernitana è una finale per i sardi e siamo certi che l’Uomo Cragno ci metterà tutto sé stesso per non concedere nulla agli ospiti, soprattutto in un match così delicato.

 

Difensori:

Dimarco (Inter): L’esterno nerazzurro è in un gran momento di forma, nonostante lo spazio che gli viene concesso non sia mai troppo, anche se nelle ultime uscite è stato impiegato soprattutto come sostituzione a partita in corso, non per suoi demeriti ma per il momento di forma strepitoso di Ivan Perisic. Contro il Venezia ha la possibilità di partire dal primo minuto e far tornare i dubbi ad un Inzaghi che sarà ben felice di dover sciogliere questo dilemma. Da lui ci si aspetta tanta spinta e non sarebbe così strano vedere un bel bonus a fine partita.

Hernandez (Milan): Il trenino della fascia rossonera è forse il vero top player della sua squadra e in ogni partita lo dimostra grazie alle sue caratteristiche di spinta, che lo rendono un attaccante che parte sempre dalla difesa. In questa stagione ha già collezionato un gol e quattro assist, numeri sotto le aspettative per assurdo, e siamo sicuri che voglia continuare a far gioire i suoi allenatori. Contro il Sassuolo avrà occasione di galoppare per le praterie avversarie e chissà che non riesca a ritrovare una rete che manca da fine settembre.

Bastoni (Spezia): Il venticinquenne spezino sta vivendo una buona stagione tra le fila della squadra della sua città confermandosi anche quest’anno come uno dei difensori low cost migliori. Fino a questo momento ha già portato a casa due gol e due assist, non male per un difensore, e le sue valutazioni sono sempre abbastanza buone, vista anche la squadra modesta di cui fa parte. Contro il Bologna in casa sarà dura ma siamo certi che i liguri faranno di tutto per portare a casa tre punti fondamentali per la corsa salvezza. Da lui ci si aspetta una sufficienza piena, magari con un bel +1 a fine partita.

Bellanova (Cagliari): L’esterno in prestito dal Bordeaux sta trovando continuità di prestazioni tra le fila dei rossoblù e, quando lasciato libero di correre e spingere, sta dando degli ottimi segnali di crescita. Da quando ha iniziato a giocare titolare si sta rivelando una delle armi migliori dei sardi ed è andato vicino al gol già in un paio di occasioni. Contro la Salernitana potrebbe essere la volta buona per trovare la realizzazione e aiutare la sua squadra in questo match così importante e delicato.

 

Centrocampisti:

Calhanoglu (Inter): Il trequartista turco è in un buon momento di forma tra i nerazzurri e nelle ultime uscite si sta rivelando un’ottima risorsa troppo spesso dimenticata, anche e soprattutto per demeriti suoi. La sua freddezza dal dischetto è valsa all’Inter due risultati positivi contro le prime due della classe e chissà non possa fare tris proprio sabato contro il Venezia. Da lui ci si aspetta la complicità in qualche marcatura, che sia come assistenza o finalizzazione non ci è dato saperlo.

Lazovic (Verona): L’esterno ex Genoa è ormai uno dei componenti storici degli scaligeri e tra i gialloblù ha trovato l’ambiente perfetto per rendere al meglio. Gli ultimi anni di carriera sono stati tra i migliori di sempre e anche in questa stagione sta dimostrando la sua grande qualità ed abnegazione alla causa. Nell’ultimo match, il suo ingresso in campo ha cambiato gli equilibri della gara e gli sono bastati tre minuti per servire subito l’assist vincente a Barak. Contro la Sampdoria partirà dall’inizio e siamo fiduciosi che possa quantomeno bissare il bonus ottenuto nell’ultimo incontro.

Pereyra (Udinese): Il fantasista dei friulani si sta rivelando una delusione in questa stagione, visto che in tanti si aspettavano che con l’addio di De Paul sarebbe stato lui ad accollarsi il peso della fase offensiva bianconera. Fino ad ora i due gol e un assist raccolti non sono sufficienti per salvare la stagione ed è necessario un cambio di marcia repentino per non far pentire chi ha puntato su di lui. La partita casalinga con il Genoa è l’occasione giusta per rifarsi e farsi odiare un po’ meno da chi ha speso tanto per averlo all’asta iniziale.

Mkhitaryan (Roma): L’armeno che va come un treno sembra aver avuto un problema ai motori quest’anno, viste le prestazioni indegne messe in campo per un giocatore della sua caratura. Per tutta la prima parte di stagione è stato una fotocopia sbiadita del grande campione dell’anno scorso ma nelle ultime uscite sembra che stia riacquistando un po’ di colore. L’assist bellissimo della scorsa settimana ne è una prova e siamo sicuri che se davvero la sua situazione mentale si è sbloccata possa fare davvero bene anche contro una formazione di livello come quella del Torino.

Orsolini (Bologna): Il grande escluso degli emiliani in questo avvio di stagione sta ritrovando un po’ di spazio nell’ultimo periodo e sembra aver perso parecchia della spocchia che lo ha sempre caratterizzato. Nelle ultime uscite è sembrato concentrato sull’aiutare i compagni e meno sul mettersi in mostra e questo può essere fondamentale per ritrovare un giocatore che farebbe molto comodo ai rossoblù. Contro lo Spezia dovrebbe tornare titolare e confidiamo nel fatto che non si farà sfuggire l’occasione per farsi notare e ottenere un po’ più di considerazione dal suo mister.

 

Attaccanti:

Joao Pedro (Cagliari): Il capitano rossoblù è come sempre l’ultimo ad arrendersi dei suoi e molto spesso è l’unico che davvero ci mette tutto sé stesso per la maglia. Se la situazione dei suoi è tragica, senza di lui sarebbe disperata e probabilmente i pochi punti raccolti sarebbero ancora meno. Contro la Salernitana è una finale da non fallire per nessun motivo e siamo certi che lui voglia portare a casa l’obiettivo con tutte le sue forze, probabilmente rendendosi protagonista nelle azioni da gol più pericolose. A fine partita ci si aspetta un bonus nel tabellino, senza se e senza ma.

Vlahovic (Fiorentina): La punta serba non sembra preoccupato da tutta la questione con la società e con la voglia di andarsene e davanti alle sue ultime prestazioni anche i tifosi che lo fischiavano sembrano essersi dimenticati. D’altronde i sei gol e un assist delle ultime cinque partite sono un ottimo zuccherino per mandar giù la medicina amara, anche per i sostenitori più arrabbiati. Contro l’Empoli si prospetta una trasferta che si può vincere e il giovane attaccante potrebbe essere il protagonista anche di questa impresa.

Dzeko (Inter): L’esperta punta bosniaca sembra aver abbracciato la filosofia di vita di Peter Pan nel non voler invecchiare mai e anche in questo campionato sta mettendo in campo prestazioni davvero di tutto rispetto. In questa prima parte di stagione è andato a segno già sette volte e nell’ultima partita di Champions League ha siglato una doppietta che è valsa all’Inter la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta della competizione. Contro il Venezia sarà difficile arginarlo e siamo convinti che a fine partita la sua valutazione sarà accompagnata da un +3 goloso per i suoi estimatori al fantacalcio.

Brekalo (Torino): Il giovane attaccante croato è una delle piacevoli sorprese della stagione visto che si sta adattando bene al nostro campionato tra le fila dei granata. Le sue prestazioni sono difficilmente gravemente insufficienti e il suo feeling con i compagni lo portano ad essere sempre al centro della manovra offensiva. L’incontro casalingo con la Roma di questa settimana si prospetta parecchio impegnativo ma non sarà impossibile assistere ad un risultato inaspettato, viste le grandi difficoltà difensive della Roma e il sempre buon attacco delle squadre di Juric, e magari ad una marcatura proprio dell’attaccante in prestito dal Wolfsburg.

ANDREA SANNA

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.