Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Fantacalcio 2021/2022 - 17° Giornata
Fantacalcio 2021/2022 - 17° Giornata

Fantacalcio 2021/2022 - 17° Giornata

Dopo esserci lasciati alle spalle i verdetti delle competizioni europee, torniamo subito a concentrarci sul Fantacalcio visto che è già tempo per la diciassettesima giornata di Serie A Tim. Vediamo chi sono i gladiatori selezionati da GP Report per aiutarvi a portare a casa un’altra grande vittoria.

Portieri:

Ospina (Napoli): Il portierone colombiano è una sicurezza per i suoi compagni e soprattutto nella prima parte di campionato è stato un assoluto campione al fantacalcio. Davvero poche le sue sbavature e in più di un’occasione è stato grazie alle sue parate che si sono vinti dei match difficili. La gara contro l’Empoli sembra abbastanza abbordabile, nonostante l’assenza del pilastro difensivo Koulibaly, e per questo crediamo che ci siano buone possibilità di portare a casa l’imbattibilità per lui.

Terracciano (Fiorentina): Il secondo portiere viola non ha fatto rimpiangere l’assenza di Dragowski in questi mesi e le sue prestazioni di assoluto livello hanno fatto venire i dubbi al suo mister Italiano. Ora che il polacco sembra essere tornato a disposizione, il mister non vuole rischiare un cambio in nessuna partita e per questo aspetterà il recupero sicuro e completo prima di rischierarlo. Intanto a giocare è l’ex Empoli che, in una partita come quella contro la Salernitana tra le mura amiche, può portare a casa una solida imbattibilità.

 

Difensori:

Di Lorenzo (Napoli): L’esterno dei partenopei è un po’ sacrificato rispetto agli scorsi anni nello scacchiere di Spalletti ma se da una parte ne ha risentito il suo grande senso offensivo dall’altra ne ha guadagnato la sua esperienza difensiva. Le sue prestazioni risultano sempre solide e ogni tanto si fa vedere in area avversaria a seguito di qualche cavalcata. Contro l’Empoli, sua ex squadra, può fare molto bene a livello di valutazione, con lo spettro del bonus sempre in agguato.

Tomori (Milan): Il centrale inglese è il pilastro della difesa rossonera e con l’assenza di Kjaer fino alla fine del campionato è compito suo guidare i compagni quando c’è da difendere. La sua bravura è indiscutibile e il Milan punta tutto su di lui per costruire la difesa del futuro, vista la sua giovane età. La trasferta in casa dell’Udinese non sembra particolarmente insidiosa, dato anche il cambio d’allenatore sulla panchina dei friulani, e siamo convinti che l’ex Chelsea avrà un’ottima valutazione per il vostro bonus difesa a fine partita.

Milenkovic (Fiorentina): Il centrale viola è sempre stato un’ottima scelta per una difesa fantacalcistica, vista la sua grande forza sui calci piazzati, ma quest’anno sta un po’ deludendo le aspettative. L’unica realizzazione è arrivata alla prima giornata, giusto per illudere meglio coloro che erano pronti a far l’asta, e le sue prestazioni sono state stranamente altalenanti. Il match casalingo contro il peggior attacco del campionato può essere una buona occasione per riprendere fiducia e morale e chissà che non riesca a svettare su tutti sugli sviluppi di palla inattiva, per far felici tutti coloro che a inizio stagione hanno creduto in lui.

Ansaldi (Torino): L’esterno argentino sente l’età che avanza e sta riuscendo a trovare poco spazio nella formazione dedita al sacrificio che un allenatore come Juric pretende. Oltre a ciò, gli infortuni sono stati ridondanti in questo inizio e non gli hanno permesso di essere al meglio in qualche occasione. Nonostante questo, la sua media voto è impressionante e in sole otto presenze, di cui appena tre da titolare, ha già collezionato tre assist. Contro il Bologna dovrebbe partire dal primo minuto e chissà che non continui su questi numeri da cecchino con un altro bel bonus per coloro che non vedono l’ora di schierarlo.

 

Centrocampisti:

Candreva (Sampdoria): Cos’altro c’è da dire sul talento di Tor De Cenci che non è stato detto?! L’ex Inter è in una forma smagliante e i suoi numeri in questo campionato sono da assoluto fuoriclasse, vista anche la difficile situazione di classifica in cui si trova la sua squadra. I cinque gol e sette assist siglati fino a questo momento sono la conferma delle lodi appena fatte e i suoi tifosi lo amano alla follia per queste grandi prestazioni. In questo turno lo aspetta il derby contro un difficilmente così mediocre Genoa e siamo certi che voglia continuare il suo momento magico per dare una gioia ai propri sostenitori nella partita più importante dell’anno.

Elmas (Napoli): Il macedone si sta mettendo in mostra agli occhi del suo mister Spalletti e la sua duttilità sta tornando molto utile nelle partite complicate per gli azzurri. Nell’ultimo turno di Europa League, decisivo per il passaggio del turno, è stato proprio lui a siglare la doppietta che ha portato alla vittoria e non vorrà arrestare il proprio momento magico proprio ora. Contro l’Empoli dovrebbe partire dall’inizio a causa dei tanti assenti tra le fila dei suoi e contro un team umile come quello toscano potrebbe davvero esprimersi al meglio. Da lui ci si aspetta un buon voto e si spera che sia coinvolto nelle azioni da goal della partita.

Calhanoglu (Inter): Il trequartista turco è in una forma a dir poco invidiabile e si sta facendo perdonare tutte le tiepide prestazioni messe in campo nella prima parte di campionato. Basti pensare che nelle ultime cinque di campionato ha messo a segno ben quattro gol e due assist risultando spesso determinante per le vittorie dei nerazzurri. Domenica notte l’avversario che si troverà di fronte è il Cagliari, in crescita ma comunque parecchio inferiore ai milanesi, e ci si aspetta che la sua striscia positiva continui. Che sia gol o che sia assist, un suo bonus è quantomeno probabile.

Veretout (Roma): Il centrocampista francese è decisamente sottotono in questa stagione e nonostante i quattro gol e due assist siglati sta deludendo parecchio coloro che avevano puntato su di lui come top player del centrocampo. Nell’ultimo match ha toccato il fondo con una prestazione informe e da questa deve ripartire per risalire la china. L’occasione per farlo si presenterà già questa settimana contro una squadra inferiore come lo Spezia e per questo ci aspettiamo una bella valutazione a fine partita, sperando di dover calcolare dei deliziosi bonus per l’ex Fiorentina.

Maleh (Fiorentina): Il giovane italo-marocchino si è messo in mostra nello scorso match trovando la sua prima rete in campionato e Italiano sembra voglia premiarlo inserendolo dal primo minuto anche questa settimana. Nonostante i pochi bonus, le sue prestazioni sono state costantemente positive e il suo mister sa che può fidarsi di lui. Contro la Salernitana può fare molto bene, visto il livello molto basso degli avversari, e ci si aspetta una valutazione almeno discreta dopo il triplice fischio dell’arbitro.

 

Attaccanti:

Abraham (Roma): Il giovane ex Chelsea non ha reso come pensato in questa prima parte e i troppi errori davanti alla porta ne hanno messo in discussione il valore. Molti affibbiano a lui le colpe per la situazione di classifica non esaltante dei giallorossi ed ha bisogno di rialzarsi per non finire totalmente odiato dai tifosi capitolini, che difficilmente cambiano idea una volta che ti giudicano. L’occasione per cambiare rotta è alle porte visto che il match con lo Spezia dovrebbe essere più che abbordabile per un talento come il suo. Da lui si pretende un goal, niente di più e niente di meno.

Vlahovic (Fiorentina): Il serbo è semplicemente devastante in questa stagione e riesce a mettere la sua firma sui match anche quando non gioca bene. Il suo cinismo è da grande campione e la forma fisica possente ma snella lo rendono un attaccante raro e unico. I tredici goal e due assist in sedici partite parlano per lui e non penso ci sia qualcuno che neghi le sue indiscusse qualità. Contro la Salernitana potrebbe essere una carneficina e per questo è impossibile tenerlo fuori dai consigliati. Una sua rete è la base di ciò che ci si aspetta da lui, in una partita che a seconda di come si indirizza potrebbe rivelarsi una goleada.

Mertens (Napoli): Ciro, come lo chiamano i suoi tifosi, sta sostituendo alla grande il suo compagno Osimhen con dei colpi di classe che ricordano la sua versione “prime” del 2016/2017. Cinque goal nelle ultime quattro sono numeri da grande campione e crediamo che, finché potrà, vorrà continuare a tenersi su questi grandi ritmi. Il match di domenica si prospetta abbastanza semplice contro un Empoli combattivo ma parecchio inferiore tecnicamente rispetto ai partenopei. Per questo motivo ci aspettiamo una buona prestazione da lui e che non interrompa il momento magico che sta vivendo proprio in questa gara.

Pandev (Genoa): Il macedone è una leggenda del nostro campionato e l’annuncio di qualche settimana fa riguardo il suo ritiro a fine stagione ha lasciato un po’ di rammarico a tutti quelli che se lo sono goduto nella sua forma migliore. La sua esperienza e la sua tecnica sono state molto utili alla causa del Grifone negli anni passati e crediamo, un po’ romanticamente, che possano esserlo ancora. Il momento di scoprirlo è proprio questo visto che i rossoblù soffrono parecchio dal punto di vista realizzativo, come dimostrano le quattro partite consecutive senza segnare. Nel derby di stanotte contro la Sampdoria sarebbe fantastico vederlo siglare un goal dei suoi, per regalare un ultima gioia ai tifosi a cui tiene tantissimo nella partita più importante dell’anno e per aiutare i rossoblù a rialzarsi dopo questo periodo a dir poco da incubo.

ANDREA SANNA

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.