Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Fantacalcio 37° Giornata
Fantacalcio 37° giornata

Fantacalcio 37° Giornata

La serie A torna in campo a nemmeno 48 ore dalla fine dell’ultimo match del turno precedente per dare il via alla penultima giornata di questo campionato. Vediamo quali campioncini sono stati scelti dalla redazione di GP Report per aiutarvi ad affrontare al meglio questi primi 90 minuti dei 180 rimasti.

Il primo esponente dei nostri consigliati per questo 37° turno è Lorenzo Montipò del Benevento che domenica pomeriggio ospiterà il Crotone. Il giovane portiere italiano è uno dei giocatori più validi tra le fila della squadra campana ed è anche grazie alle sue parate che le streghe hanno ancora un briciolo di speranza nella salvezza. Il match di domenica contro i calabresi già retrocessi è un’occasione da non fallire per cercare di riaggrappare qualche squadra e andarsi a giocare la finale con il Torino all’ultima giornata. Vista anche la differenza di motivazioni ci aspettiamo una partita roboante dei giallorossi e per questo confidiamo in un’imbattibilità del classe ’96. A fare da riserva per la nostra porta troviamo Pierluigi Gollini dell’Atalanta che sabato pomeriggio sarà contrapposta al Genoa. Il portiere/rapper italiano ha solidificato la sua titolarità tra le fila dei bergamaschi, visto che ad inizio stagione si alternava spesso con Sportiello, grazie alle grandi prestazioni messe in campo con costanza nel corso della stagione. Il suo apporto è fondamentale per un squadra offensiva come la Dea e questo fa ben sperando per un suo futuro in palcoscenici e competizioni sempre più prestigiose. Dalla gara con il grifone già salvo ci aspettiamo una giornata lavorativa rilassata, probabilmente con imbattibilità annessa.

Portieri: Montipò (Benevento) / Gollini (Atalanta)

A presentarci il nostro terzetto difensivo abbiamo Federico Barba del Benevento che domenica pomeriggio se la vedrà con il Crotone. L’ex Chievo è stato uno dei titolari fissi della squadra campana durante questa stagione, riuscendo a dare il meglio soprattutto nella prima parte di campionato. Questa sua centralità è un ulteriore elemento che lo spingerà a dare il meglio nella prima finale salvezza di questo weekend contro i calabresi, e da lui ci si aspetta una gara solida e attenta. Oltretutto nelle ultime uscite si è fatto trovare pronto sui calci piazzati ma senza trovare fortuna e chissà che non trovi la deviazione vincente proprio domenica. Il secondo selezionato risulta essere Christian Romero dell’Atalanta che sabato pomeriggio affronterà il Genoa. Il difensore argentino si è trovato molto bene durante la sua esperienza a Bergamo ed è riuscito a realizzare ben 2 gol e 3 assist nel corso del torneo. Nella partita di domani vorrà dare il meglio sia per concludere in bellezza la sua annata che per fare bella figura davanti alla sua ex squadra. Da lui ci si aspetta una prestazione solida e si incrociano le dita per una sua eventuale spizzata vincente su palla inattiva. A concludere il terzetto difensivo c’è Mario Rui del Napoli che scenderà in campo nel lunch match di domenica contro la Fiorentina. Il portoghese ha perso la sua titolarità in questa stagione e il suo apporto è stato spesso richiesto da subentrante. Questa sua parzialità è un motivo in più per far bene in queste ultime uscite e dimostrare il suo valore anche in vista della prossima stagione. In una gara da non sbagliare come quella contro i viola ci aspettiamo una prestazione attenta e speriamo in un suo cross vincente per qualcuno di cui parleremo più avanti. La riserva difensiva per questa settimana è Thomas Ouwejan dell’Udinese che domenica pomeriggio ospiterà la Sampdoria. Il terzino olandese non è stato impiegato particolarmente da Gotti durante il corso del campionato essendo partito dal primo minuto appena 3 volte sulle 14 presenze totali. Con così poco minutaggio è normale che non riesca a fare benissimo ma il classe ‘96 è riuscito comunque a portare a casa 2 assist fino ad ora. Nelle ultime uscite dei friulani è parso abbastanza in forma e chissà che non possa brillare in una partita senza nessuna posta in palio come quella con i blucerchiati.

Difensori: Barba (Benevento); Romero (Atalanta); Mario Rui (Napoli) / Ouwejan (Udinese)

Il primo selezionato per il nostro centrocampo è una presenza abbastanza costante dei nostri consigli, ovvero Piotr Zielinski del Napoli che domenica pomeriggio sarà ospite della Fiorentina nel lunch match. Il trequartista polacco è forse l’elemento fondamentale degli azzurri visto che riesce ad essere un collante perfetto tra centrocampo e attacco durante la manovra offensiva. Le sue caratteristiche tecniche e la sua intelligenza tattica lo rendono uno degli elementi migliori in quel ruolo in tutto il campionato e i suoi numeri lo dimostrano, visti gli 8 gol e 10 assist ottenuti fino ad ora. Nelle ultime partite poi è sembrato più in sintonia che mai con i compagni e crediamo che metterà in atto una prestazione maiuscola anche nel match chiave per la Champions con la Fiorentina. Da lui ci si aspetta un gran bel voto che sarebbe ancora più gradito con un bonus di fianco. Il secondo interprete del nostro centrocampo è Daniele Verde dello Spezia che sabato pomeriggio sarà impegnato nella finale salvezza contro il Torino. Il centrocampista in prestito dall’AEK Atene ha avuto i suoi alti e bassi nel nostro campionato e qualcuno aspetta una sua esplosione dopo quelle presenze esaltanti anni fa con la maglia della Roma. Anche in questa stagione però non è riuscito ad essere un titolare costante, partendo dal primo minuto solo 11 volte, ma comunque si è distinto siglando 5 gol e un assist per i suoi. In questo match vorrà dare il meglio per trascinare alla salvezza una squadra ligure che ha un match point servito, visto anche l’umore con cui arriveranno i granata alla partita dopo il 7 a 0 rimediato in settimana. Da lui ci si aspetta una condizione convincente e magari un bonus che non potrebbe essere così impossibile in questo incontro. Il terzo titolare risulta essere Nicolas Viola del Benevento che domenica si troverà faccia a faccia con il Crotone. Il capitano delle streghe è l’elemento qualitativamente migliore della squadra che ogni qualvolta si è trovata in difficoltà si è affidata alle sue giocate per riagguantare le partite. Nonostante le sole 12 presenze da titolare, l’ex Novara ha siglato 5 gol e 3 assist piazzandosi come secondo marcatore dei suoi. Domenica la sua presenza dal primo è nuovamente incerta ma siamo sicuri che anche se subentrerà, riuscirà ad essere determinante, cercando in tutti i modi di trovare una vittoria che farebbe proseguire il sogno salvezza. A concludere il quartetto titolare troviamo Brahim Diaz del Milan che domenica notte affronterà il Cagliari. Il trequartista in prestito dal Real Madrid si è comportato abbastanza bene alla corte di Pioli svolgendo un ottimo lavoro da gregario. Quando gli è stata concessa la possibilità di esprimersi ha difficilmente deluso e in questo finale sta dando il meglio di sé. Il match contro i sardi potrebbe essere decisivo per chiudere il discorso Champions e il classe ’99 si impegnerà al massimo per far si che questo accada. La riserva della linea mediana per questo weekend è Aleksej Mirančuk dell’Atalanta che sabato pomeriggio scenderà in campo contro il Genoa. Il trequartista russo non è riuscito a conquistarsi una maglia da titolare nel corso del campionato, nonostante la partenza di un elemento come Gomez, ma non gli si può rimproverare di non aver fatto di tutto per averla. Avendo giocato appena 3 partite da titolare è riuscito a siglare 4 gol e a servire un assist oltre a non aver mai sfigurato esageratamente le tante volte che è subentrato a partita in corso. Per il match con il Genoa si sta contendendo una maglia dal primo minuto ma se anche non dovesse essere così siamo certi che potrà essere decisivo anche subentrando, nel tentativo di convincere Gasperini a ridiscutere le sue gerarchie per la prossima stagione.

Centrocampisti: Zielinski (Napoli); Verde (Spezia); Viola (Benevento); Diaz (Milan) / Mirančuk (Atalanta)

Il tridente offensivo per questo 37° turno di campionato ci viene presentato da Victor Osimhen del Napoli che domenica scenderà in campo nel lunch match contro la Fiorentina. Dopo una stagione di insicurezze e dubbi sul suo valore, l’attaccante ex Lille sta dimostrando a tutti di valere i soldi investiti e sta regalando alla sua squadra e ai suoi tifosi un finale di campionato stellare. Nelle sue ultime uscite è diventato una macchina da gol e sta elevando le sue qualità a livelli mai visti durante la sua esperienza italiana. Nell’ultimo turno gli è mancato la realizzazione ma siamo fiduciosi che possa tornare a timbrare il cartellino già nel match contro i viola, e chissà se più di una volta. Il secondo componente del reparto offensivo è Giacomo Raspadori del Sassuolo che domenica sera affronterà il Parma. Il giovanissimo attaccante neroverde sta vivendo un finale da urlo avendo siglato 4 gol nelle ultime 4 uscite. Il suo apporto ai risultati della squadra non sta facendo rimpiangere l’assenza di un elemento portante degli emiliani come Caputo e siamo sicuri che il classe 2000 voglia continuare su questa strada anche nel match contro i gialloblù. Da lui ci si aspetta una rete in una gara sulla carta a senso unico come questo ma anche se non dovesse arrivare ci si accontenterebbe di un’assistenza. A concludere il tridente abbiamo Ciro Immobile della Lazio che sabato notte sarà impegnato nel derby con la Roma. L’attaccante napoletano sembra davvero benedetto in questo finale dato che nonostante le grosse difficoltà che alle volte incontra riesce sempre a mettere la propria firma sui risultati dei suoi. Il gol carambolato del match contro il Parma ne è una prova e siamo certi che anche grazie a quel colpo di fortuna i biancocelesti arriveranno al derby con un umore 100 volte migliore dei giallorossi. Questa differenza di stato d’animo si potrebbe rivelare decisiva in un match così sentito e se così dovesse essere siamo certi che l’ex Borussia Dortmund sarà tra i nomi sul tabellino. La riserva offensiva per questa penultima giornata di campionato è Antonio Sanabria del Torino che giocherà contro lo Spezia sabato pomeriggio. L’attaccante ex Betis è stato la chiave di svolta della stagione granata e il suo apporto in termini di realizzazioni ha compensato l’assenza di un elemento fondamentale come il capitano Belotti. Negli ultimi turni però la sua fiamma si è un po’ affievolita così come i risultati dei suoi che sono arrivati a toccare il fondo nella batosta di mercoledì contro il Milan. Il paraguaiano non è stato parte del match e questo potrebbe dargli una marcia in più, almeno in termini di stato d’animo, rispetto ai suoi compagni. Il match contro i liguri è una finale e siamo certi che il classe ’96 possa essere uno dei protagonisti indiscussi di questo incontro.

Attaccanti: Osimhen (Napoli); Raspadori (Sassuolo); Immobile (Lazio) / Sanabria (Torino)

ANDREA SANNA

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.