Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Il "Muro" di beneficenza del Volley Italiano
Il "Muro" di beneficenza del Volley Italiano

Il "Muro" di beneficenza del Volley Italiano

Così come il calcio, tutto lo sport mondiale si è momentaneamente interrotto, con ripresa a data da destinarsi, a causa delle necessarie restrizioni imposte dalle federazioni per contribuire a fronteggiare la lotta al CoVid-19.

Anche il Volley ha potuto contare sui suoi campioni che si sono mobilitati con una raccolta fondi, per poi devolvere il ricavato al Dipartimento della Protezione Civile italiana.

Con il tag #unitinellapartitapiùimportante è quindi cominciata, fortemente diffusa anche tra gli account social degli atleti, l'iniziativa alla quale hanno preso parte, tra i tanti, anche il capitano di Trento Simone Giannelli e il pilastro della nazionale azzurra Ivan Zaytsev.


Inevitabilmente, come già accaduto in altre discipline, anche nel volley non sono mancate delle controversie, effetto di ansia e preoccupazione per via della situazione che sta coinvolgendo il mondo.

E' il caso di Serena Ortolani, schiacciatrice del Monza, squadra che milita nel campionato di serie A1 femminile.

La campionessa, che è moglie di Davide Mazzanti, CT della Nazionale femminile, ha all'attivo due ori europei e un argento mondiale.

In questi giorni ha preso la decisione di interrompere completamente gli allenamenti e di rescindere il contratto che la legava alla squadra, dopo qualche settimana in cui si è lavorato nel pieno rispetto delle normative di sicurezza, per paura del virus e per senso di responsabilità nei confronti della famiglia, ritenendoli poco opportuni in un momento tale.


A riguardo, è intervenuta Alessandra Marzari, medico all' ospedale Niguarda di Milano e presidente del Consorzio Vero Volley di Monza per chiarire le motivazioni di questa rescissione, evidenziando che la squadra non ha mai interrotto gli allenamenti, in regola con le norme ma in evidente controtendenza con il resto dello sport e che, la giocatrice avrebbe addirittura rifiutato qualche giorno di vacanza concesso dalla società, presentando le dimissioni in modo deciso.


Incertezze, dubbi ed eventuali addii al volley che il pubblico si augura possano essere soltanto un ricordo, quando finalmente, si potrà tornare a riempire i palazzetti.

In attesa di tornare alla normalità, complimenti ai nostri atleti e al loro muro più importante, contro un avversario difficilissimo da sconfiggere.

 

 

Carlotta Pau

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.