Home » Canali » La Finestra sul Mondo » La primavera ritrova la vittoria e vola agli ottavi di coppa
La primavera ritrova la vittoria e vola agli ottavi di coppa

La primavera ritrova la vittoria e vola agli ottavi di coppa

 

Ritornano i sorrisi sui volti dei ragazzi della Primavera del Cagliari dopo la vittoria per 2 a 1 di questa mattina sul Parma nel match valido per i sedicesimi di finale della Primavera Tim Cup.

I giovani di Agostini sono riusciti a reagire dopo lo svantaggio iniziale e in pochi minuti hanno rimesso in piedi una gara che fino a quel momento non avevano affrontato con la grinta adatta, nonostante il dominio dal punto di vista del gioco. L’inizio di primo tempo è caratterizzato dal controllo dei rossoblù che girano bene il pallone ma senza creare grossi pericoli dalle parti di Maliszewski, il quale si deve limitare a recuperare la sfera dal lato dopo qualche conclusione sarda.

A metà della prima frazione però il Parma prende coraggio e va vicino al vantaggio sugli sviluppi di calcio d’angolo con il colpo di testa di Basili, con la palla che si stampa sul palo prima di essere allontanata dalla retroguardia isolana. Gli ospiti continuano a spingere e pochi minuti più tardi è sempre Basili a far paura, quando va alla conclusione da dentro l’area che non si insacca solo grazie all’opposizione a pochi metri dalla linea di Sulis. Vinciguerra prova a dare la sveglia ai suoi al 34’ con un tiro cross dalla sinistra che impatta sulla traversa ma un minuto più tardi è il Parma a passare.

Azione confusa dentro l’area cagliaritana con la palla che arriva a De Rinaldis al limite, il quale prima si libera del diretto avversario con un sombrero e successivamente scarica un tiro potente d’esterno al volo che Fusco può solo raccogliere da dentro la rete. Dopo il gran gol non ci sono grosse occasioni e le squadre vanno a riposo sul risultato di 1 a 0 per gli ospiti. La seconda metà di gara racconta di un Cagliari più aggressivo che da subito cerca di trovare la rete del pareggio. Il primo a provarci è Kourfalidis di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma la palla termina a lato mentre successivamente Caddeo tenta il tiro da fuori che ottiene lo stesso esito. Il Parma non sta a guardare e si rende pericoloso prima con Lopes, che impegna Fusco con una parata bassa, e poi con Sits, che conclude un contropiede in modo sbilenco calciando il pallone alto da dentro l’area.

Le squadre continuano a darsi battaglia a viso aperto e al 60’ il Cagliari trova il pareggio. Bella azione del neoentrato Tramoni che serve al limite Vinciguerra, il quale non riesce bene a coordinarsi per il tiro da dentro l’area ma che per fortuna viene aiutato da Desogus che, una volta affiancato il compagno in corsa, calcia il pallone di prima spedendolo alla destra di un incolpevole Maliszewski. L’equilibrio dura poco perché due minuti più tardi i padroni di casa vanno in vantaggio. Secci recupera un ottimo pallone a centrocampo e serve Desogus sulla corsa a sinistra. Il numero 10 punta il diretto avversario e lo supera con un doppio passo fantastico andando sul fondo e cercando la rete con uno scavetto delizioso, che però tocca la traversa per poi finire nella zona di Tramoni che da zero metri mette dentro di testa.

Grande entusiasmo per i rossoblù che in tre minuti scarsi mettono sui giusti binari il match. I sardi limitano bene gli avversari per il resto del tempo e non gli fanno avere grandi opportunità per rimettere in piedi la gara. Gli unici tiri leggermente pericolosi arrivano alla fine dei 90 minuti con due colpi di testa che terminano di poco fuori creando qualche piccolo brivido. Il Cagliari ritrova la vittoria dopo le due sconfitte consecutive in campionato e passa il turno di coppa con una prestazione abbastanza solida e di squadra.

Sugli scudi sicuramente Desogus per il contributo fondamentale in entrambe le reti, anche se nel corso della gara si è ritrovato a litigare spesso con la linea del fuorigioco, e i terzini Sulis e Secci che hanno blindato le fasce senza mai concedere ai diretti avversari di rendersi pericolosi.

Mister Agostini si può godere questa vittoria ma già da domani si torna a lavorare perché sabato arriva l’Inter ad Asseminello, e siamo sicuri che sia lui che i suoi ragazzi abbiano tutte le intenzioni di tornare a vincere anche in campionato dopo i due, inaspettati, ko consecutivi.

ANDREA SANNA

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.