Home » Canali » La Finestra sul Mondo » La Primavera splende anche sotto la pioggia: 3 a 0 al Napoli e secondo posto agganciato
La Primavera splende anche sotto la pioggia: 3 a 0 al Napoli e secondo posto agganciato

La Primavera splende anche sotto la pioggia: 3 a 0 al Napoli e secondo posto agganciato

Vittoria superlativa del Cagliari Primavera che questa mattina è sceso in campo ad Asseminello per la 12° giornata del campionato di Primavera 1 contro il Napoli. I ragazzi di Agostini, anche oggi assente a causa della squalifica rimediata nel match in Coppa Italia contro l’Atalanta, hanno giocato una partita perfetta senza mai lasciare il fianco alle avanzate dei partenopei e svolgendo un lavoro attento in tutte le fasi.

Il match è partito con il Napoli che ha provato a rendersi pericoloso con le conclusioni di D’Agostino al 1’ e al 7’ che però sono terminate abbondantemente alte senza creare alcuna preoccupazione a D’Aniello. L’incontro è continuato senza grossi pericoli ma alla prima occasione i rossoblù sono passati in vantaggio. Scambio ravvicinato da calcio d’angolo tra Desogus e Carboni con quest’ultimo che, una volta ricevuto il tocco di ritorno, ha messo al centro un cross teso di sinistro sul quale si è avventato Palomba che ha battuto Idasiak con una deviazione di destro sottomisura.

La partita è continuata con un ottima gestione del possesso da parte dei padroni di casa che al secondo tentativo hanno trovato subito il raddoppio. Bel lavoro di Desogus che, una volta ricevuto palla appena dopo il centrocampo, ha fatto involare Ceter, convocato in Primavera per ritrovare il ritmo gara dopo l’infortunio, il quale a tu per tu con Idasiak non si è fatto ipnotizzare e ha siglato il due a zero.

Il resto della prima frazione è passato senza nessun sussulto e i sardi sono stati bravi a nascondere la palla agli avversari, che hanno fatto tanta fatica ad entrare in possesso della sfera visto il fraseggio stretto e preciso messo in pratica dai rossoblù.

La seconda metà di gara ha visto un Napoli più propositivo che si è spinto in avanti alla ricerca del goal che avrebbe potuto riaprire il match. Nonostante le buone intenzioni, il primo vero tentativo è arrivato solo al 60’ quando il neoentrato Mercurio ha concluso verso la porta difesa da D’Aniello trovando la parata sicura di quest’ultimo.

Gli sforzi partenopei non sortiscono grossi effetti e cinque minuti dopo il Cagliari trova il tris. È il 65’ quando Carboni, dopo aver nuovamente scambiato con Desogus da calcio d’angolo, mette in mezzo il cross che in un primo momento viene intercettato da Idasiak, il quale però si fa sfuggire il pallone dalle mani regalando di fatto la doppietta a Palomba che da zero metri mette dentro di testa in tuffo per il goal del tre a zero.

Gli ospiti accusano il colpo e i rossoblù non concedono nulla e aspettano di ripartire in contropiede andando vicini al poker in più occasioni. Il primo tentativo è quello di Desogus che, due minuti dopo il goal, ci tenta da fuori con un gran destro messo in angolo dall’estremo difensore ospite. Ancora Desogus va vicino alla rete all’82’ quando, dopo aver ricevuto un bel filtrante da parte di Yanken, si fa ipnotizzare da Idasiak che è bravo a respingere al lato. Gli ospiti ci provano sul ribaltamento di fronte con Mercurio che impegna D’Aniello alla parata bassa. L’ultimo sussulto della gara arriva al 91’ quando Idasiak si fa perdonare l’errore del terzo goal compiendo due miracoli su Yanken, che era stato servito benissimo da Masala dopo un affondo sulla destra. Alla fine dei quattro di recupero il signor Luciani decreta la fine del match e manda le squadre negli spogliatoi.

Vittoria superlativa e meritatissima per il Cagliari che disputa una delle partite più belle della sua stagione e si catapulta nelle posizioni di punta della classifica superando proprio i partenopei, in attesa dei risultati delle altre contendenti. I ragazzi di Agostini hanno svolto una gara precisa che gli ha visti tenere il pallino del gioco per tutto l’incontro senza mai concedere alcuna possibilità di affondare ai napoletani.

Sugli scudi sicuramente Carboni, che si è fatto perdonare l’errore del rigore in coppa e non ha fatto rimpiangere l’assenza a centrocampo dello squalificato Conti grazie ad una prestazione semplicemente perfetta sotto tutti i punti di vista, e Palomba, attento difensivamente e rapace in zona offensiva soprattutto sui calci piazzati.

Cagliari che si gode questa vittoria e la posizione in classifica, oltre al sostengo di alcuni tifosi accorsi a sostenere la squadra nonostante la pioggia, e che nei prossimi giorni volgerà l’attenzione al match di venerdì contro il Verona, con l’intenzione di mantenere questo ritmo e confermare le belle cose messe in pratica oggi.

ANDREA SANNA

 

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.