Home » Canali » La Finestra sul Mondo » La rovesciata di Manca regala i tre punti al Cagliari. Verona superato 2 a 1.
La rovesciata di Manca regala i tre punti al Cagliari. Verona superato 2 a 1.

La rovesciata di Manca regala i tre punti al Cagliari. Verona superato 2 a 1.

 

È andata in scena ad Asseminello a partire dalle 14 e 30 la partita valevole per la 13° giornata del campionato Primavera 1 tra Cagliari ed Hellas Verona. I sardi sono riusciti a portare a casa la vittoria con una prestazione davvero ottima che stava per essere rovinata da una singola disattenzione ma che per fortuna è stata risanata nel modo più spettacolare possibile. 

Gli ospiti hanno iniziato forte il match, pressando i portatori di palla rossoblù e cercando di non far ragionare affatto i propositori di gioco sardi. Il primo serio attacco arriva al 5’ quando Yeboah conclude da dentro l’area verso la porta di D’Aniello ma quest’ultimo si fa trovare attento e blocca la sfera a terra. Il Cagliari risponde con carattere e, dopo un inizio un po’ intorpidito, cerca di sfruttare le capacità del suo reparto offensivo per far male. Per tutto il primo tempo arrivano pericoli soprattutto dalla destra grazie ad un Kourfalidis sempre più in forma. Il Verona cerca di chiudersi per ripartire e subisce il possesso rossoblù, che però hanno la possibilità di cercare la porta solo da fuori area. Durante la prima frazione ci provano un po’ tutti a trovare la gran botta ma i risultati sono abbastanza imprecisi. Le azioni più pericolose le produce il solito Desogus, che va vicino al goal due volte nel giro di un minuto. La prima conclusione avviene al 30’ quando, dopo esser stato liberato da Tramoni in modo ottimo, cerca la conclusione trovando la risposta di Kivila e successivamente tentando il tiro da fuori e trovando ancora una volta l’opposizione dell’estremo difensore veneto. Quando l’arbitro manda tutti negli spogliatoi si ha la sensazione che si sarebbe potuto far di più ed è con questo spirito che gli isolani tornano in campo.

La seconda metà di gara parte immediatamente con un Cagliari arrembante che va vicino al goal già al 47’ grazie alla botta mancina di Kourfalidis da fuori che si spegne a fil di palo. La qualità delle giocate aumenta ed è con una grande azione di contropiede che i padroni di casa passano in vantaggio. È il 59’ quando Yanken lavora un pallone recuperato dopo un angolo avversario e serve Desogus che dopo uno stop sontuoso fa partire la controffensiva consegnando la sfera a Tramoni. Quest’ultimo è bravo a scambiare con Yanken, nel frattempo propostosi a sinistra, e una volta ricevuto il pallone di ritorno a servire con un tocco delicato l’inserimento di Desogus che calciando con il destro sfonda le mani di Kivila per il vantaggio casalingo. Grande azione del Cagliari che concretizza la superiorità dimostrata fino a quel momento. 

I rossoblù amministrano con sicurezza e cercano di trovare il raddoppio per chiudere la gara ma senza scoprirsi troppo. Il tandem Desogus-Manca, quest’ultimo entrato in campo al posto di Yanken, dà dimostrazione della loro ottima intesa e in più di un occasione spaventano la retroguardia gialloblù. Quando però la partita sembra essere in ghiaccio, vista la grande difficoltà di produrre azioni offensive per gli ospiti, arriva la rete del pareggio. 

Mischia in area rossoblù dopo la battuta di un calcio d’angolo, con il pallone che si ferma incredibilmente al centro e viene spinto in rete da Flakus, che riporta il punteggio in equilibrio al minuto 79. Per i padroni di casa sarebbe una beffa non portar a casa i tre punti e per fortuna un minuto dopo ci pensa Manca a riportare avanti i ragazzi di Agostini. Bello scavetto di Masala che serve l’instancabile Kourfalidis, il quale mette al centro un pallone che inizialmente sembra troppo arretrato ma che Manca è bravo ad alzare il tanto giusto per poi coordinarsi e spedire la sfera alle spalle di Kivila con una rovesciata d’antologia. Grande goal del numero 9 rossoblù che torna ad essere decisivo dopo l’anno difficile passato tra infortuni e recuperi. 

Gli ultimi dieci minuti sono di sofferenza per gli isolani che appaiono parecchio stanchi dopo l’ottima partita fatta. Nonostante ciò, l’unica occasione veneta arriva a due minuti dal 90’ quando Grassi cerca la conclusione di controbalzo non inquadrando però la porta. Al termine dei 5’ di recupero concessi dal signor. Ancora, il Cagliari può esultare per questo successo fondamentale, che lo proietta momentaneamente al secondo posto in classifica in attesa degli incontri di Inter e Torino. 

Agostini si può dire soddisfatto di come ha preparato la gara e può essere felice di come l’hanno interpretata i suoi ragazzi, ormai sempre più uniti e abituati alle tattiche dell’ex terzino. A distinguersi oggi soprattutto il capitano Kourfalidis, anima del centrocampo e trascinatore anche in fase offensiva, e il solito Desogus, dimostrando ancora una volta di essere l’elemento che può cambiare le partite con una giocata di puro estro. Il pensiero ora si focalizza sullo scontro diretto con la Juventus di martedì, che testerà le possibilità di playoff dei sardi, sempre più lanciati verso una stagione da sogno.

Andrea Sanna

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.