Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Tanti Auguri, JP10!
Tanti Auguri, JP10!

Tanti Auguri, JP10!

Parlateci dei non protagonisti.

Parlateci dei numeri due, dei falsi eroi che più veri non si può.

Parlate del Cagliari e di quel ragazzo che è nel cuore di un’isola intera.

Parlate di chi, solo una volta ha avuto davvero i riflettori puntati addosso per una squalifica, riuscendo però a rialzarsi più forte di prima con quella gentilezza che lo caratterizza.

Parlate di chi non smette mai di correre e incantare, in qualsiasi ruolo.

Parlate semplicemente di Joao Pedro, che oggi, 9 marzo 2020 compie 28 anni con 16 reti e 2 assist in un totale di 25 partite giocate.

Nessuno, dopo Gigi Riva, Rombo di Tuono, ci era ancora riuscito.

La sua è una stagione ancora tutta da giocare per entrare nella storia.

 

Joao Pedro nasce a Ipatinga, in Brasile, il 9 marzo del 1992 e dalla sua terra porta con sé tutto il calore e la grinta nelle squadre in cui ha giocato: dall’Atlético Mineiro al Palermo, dai portoghesi del Vitória Guimarães agli uruguaiani del Peñarol, dal Santos fino all’Estoril Praia.

Nel settembre del 2014 la svolta: nell’ultimo giorno di calciomercato viene scelto dal Cagliari per entrare in rosa. Il suo sguardo va verso la maglia numero dieci, quella maglia che continua a essere, ancora oggi, il suo simbolo. Quel numero che a ogni partita fa sognare tutti.

Negli anni ci ha abituati a vederlo giocare in varie posizioni: da centrocampista centrale a mezzala e trequartista.

 Nel 2019 la vera e propria consacrazione: per sopperire all’assenza del bomber livornese Leonardo Pavoletti, complice il ritorno nella linea dei trequarti di Nainggolan, il tecnico Rolando Maran comincia a schierare il giocatore brasiliano nell’inedito ruolo di seconda punta a sostegno del neo acquisto Giovanni Simeone, riuscendo a ottenere finalmente eccellenti risultati in termini realizzativi, sia grazie a un Cagliari che, rinato dalle ceneri, mostra di essere in grado di spingersi fino alle zone più alte della classifica, sia per lo stesso Joao Pedro che sta vivendo senz’altro la stagione più brillante della sua carriera professionistica.

Tecnicamente molto forte, abile nel dribbling e nel cambio di direzione, la sua caratteristica migliore è senz’altro la freddezza sotto porta. È infatti il rigorista del Cagliari, raramente sbaglia, o se lo fa, riesce subito a trovare un rimedio come ha dimostrato nell’ultima partita giocata in casa contro la Roma.

Joao Pedro, però, non è soltanto un giocatore di grandissimo livello, devastante, intelligente, rapido, dalla tecnica sopraffina e con un ottimo fiuto del gol. É un vero “dez”, probabilmente Nainggolan fa più rumore, ma è lui, ormai, la vera anima della squadra.

Il ragazzo brasiliano è soprattutto un uomo che nonostante la sua giovane età ha dovuto affrontare un periodo terribile dopo l’accusa di doping e la conseguente squalifica per sei mesi nel 2018.

Davanti a un brusco cambiamento ci si trova di fronte a un bivio: scegliere di affrontare le difficoltà con forza oppure lasciarsi cadere.

Joao Pedro ha ovviamente optato per la prima soluzione. Nonostante il grande dolore, le dita puntate addosso, le voci spietate, non c’è mai stato un momento in cui ha pensato di mollare, anzi. Il suo sogno di riscattarsi e di vincere sono stati più forti di tutto e di tutti. Impossibile dimenticare il 16 settembre 2018, la data del suo ritorno in campo contro il Milan: gol dopo soli tre minuti.

Ora lo ritroviamo così, a 28 anni, idolo dei bambini ma anche degli adulti, a trasformarsi da comparsa a vero e proprio protagonista di una realtà che continua a incantare.

Le sue eccezionali qualità portano anche il Paris Saint Germain a puntare tutto su di lui ma Joao, come sempre, ha le idee ben chiare: “Resto a Cagliari, in Sardegna. Questa è la mia casa.”

 

Buon compleanno Joao, grazie per farci sognare ed emozionare.

 

Roberta Lai

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.