Home » Canali » La Finestra sul Mondo » Tanti auguri, Mario!

Tanti auguri, Mario!

Impossibile dimenticare Mario Brugnera, storico capitano del Cagliari e secondo giocatore con più presenze in maglia rossoblù.

Oggi, 26 febbraio 2020, spegne 74 candeline l’uomo che è stato e continua a essere una bandiera e un orgoglio per tutto il popolo sardo.

Brugnera inizia la sua carriera come fantasista, numero dieci e centrocampista di grande carattere, per poi arretrare, con il corso del tempo, e diventare un libero rigoroso e carismatico.

 

Cresciuto nella squadra dilettantistica Nettuno del lido di Venezia, inizia la sua carriera da professionista a 17 anni nella Fiorentina dove gioca nel ruolo di attaccante per cinque stagioni, guadagnandosi il soprannome del Piccolo Di Stefano con 71 presenze e 23 reti.

Con la formazione viola vince una Coppa Italia e una Coppa Mitropa proprio con un suo gol.

Nella stagione 1966-1967 raggiunge il suo massimo di realizzazioni in campionato, con 13 reti all’attivo, classificandosi al quinto posto fra i marcatori dietro Gigi Riva, Sandro Mazzola, Altafini e Kurt Hamrin.

Nell’estate del 1968 il passaggio storico che segna una svolta decisiva nella sua vita: Brugnera passa al Cagliari, legando alla formazione sarda tutto il resto della sua carriera.

Brugnera è uno dei simboli del Cagliari di quegli anni, partecipa alla gloriosa conquista dello scudetto nell’aprile del 1970 ma anche a momenti più amari, come la caduta della squadra fino alla retrocessione in serie B.

L’amore per il Cagliari e per quella terra così diversa dalla sua che l’ha accolto come un figlio, lo porta a giocare nel club rossoblù ben dodici stagioni, dove riesce ad affermare la sua capacità di alternarsi in diversi ruoli: arretra progressivamente in centrocampo e poi in difesa, assumendo poi la posizione di libero.

I suoi sono numeri che fanno sognare i tifosi rossoblù: 227 presenze e 20 reti in Serie A, 13 gol in 101 presenze nei tre anni di Serie B tra il 1976-1977 e 1978-1979, stagione che si chiude con il ritorno in massima serie.

Ancora oggi, è ben saldo il suo dodicesimo posto nella classifica dei marcatori sardi, insieme a Bobo Gori.

A 36 anni, nella stagione 1982-1983 termina la sua carriera nel Carbonia, nel Campionato di Serie C2.

 

Brugnera è indubbiamente uno degli uomini record della storia del calcio italiano: in tutta la sua carriera ha totalizzato complessivamente 304 presenze e 43 reti in Serie A, 101 presenze e 13 gol in Serie B.

 

Ma cosa fa oggi Mario Brugnera? Per uno come lui, che ha passato tutta la sua vita in un campo da calcio è difficile stare solo a guardare.

Pensando al calcio del futuro, ma con lo sguardo rivolto al passato, allena i bambini alla scuola calcio Gigi Riva, sperando che con la sua esperienza riesca soprattutto a far divertire, a far amare il calcio per quello che è, un gioco per lui meraviglioso.

 

Buon Compleanno!

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.