Home » Canali » Mama Africa - Senegal » Il Marché Sandaga: la Babilonia nel cuore di Dakar
mercato merci in esposizione
mercato vestiti in vendita
mercato taxi nell'oceano di persone
mercato il carretto passava
mercato centro commerciale
mercato on the road
mercato merci in abbondanza
mercato traffico ai limiti

Il Marché Sandaga: la Babilonia nel cuore di Dakar

“Bianca e profumata, regina di ogni passione”

 

La quarta tappa del nostro reportage nel cuore di MamAfrica ci porta all’interno del Mercato di Dakar, capitale del Senegal.

Il mercato, chiamato Marché Sandaga, è una moderna Babilonia, dove i colori, i profumi, le voci ed i suoni si uniscono, si mischiano. Il mercato pullula letteralmente di vita. Sempre in movimento, i mercanti e gli acquirenti corrono da una parte all’altra, allegri e ciarlanti. Sorge lungo l’Avenue Emile Badiane, nel cuore della città ed esiste dal 1960.

All’interno del Mercato si trovano non solo le botteghe ed i bazar dove acquistare i prodotti ma anche le fabbriche che producono direttamente in loco vestiti e capi d’abbigliamento.

La bellezza, le bellezze del Mercato sono innumerevoli, come i profumi di spezie e frutta che ci accolgono all’ingresso. Tra i tanti lavoratori del mercato incontriamo Sergio (utilizza un nome de plume italiano la posto del suon nome senegalese, meno facile da pronunciare per un non autoctono), oltre 20 anni di esperienza come guida turistica per gli italiani che visitavano Capo Verde. Sergio è incredibilmente “italiano” nel suo relazionarsi con noi: gesticola, parla, spiega, ride, saltella: una scheggia allegra e perennemente in movimento. Lui, come tanti, all’interno del mercato aiuta sia i turisti sia i locali durante le trattative, divenendo intermediato.

Trattative? Eh sì, a Dakar – come in quasi tutto il continente africano – la trattativa tra mercante e acquirente non può mancare, è una componente fortissima della cultura. Se si vuole acquistare un prodotto, si domanda il prezzo. Al ché il mercante vi proporrà un prezzo –solitamente – più alto o maggiorato. Da lì in poi parte la trattativa: l’acquirente punta al ribasso, il mercante al rialzo. Quando i due trovano un accordo, basta una stretta di mano e ciò che ti occorreva finisce direttamente nelle tue mani.

Ma cosa si può acquistare al Mercato? Tutto, letteralmente ogni oggetto ti venga in mente esiste. Dalla frutta fresca alle noccioline, dal caffè profumato a diverse qualità di thè, dai vestiti prodotti in loco alle uova sode e le sim card per il telefono cellullare.

Tornando alle fabbriche, cuore pulsante del mercato, è possibile visitarle e vedere all’opera i sart., così com’è possibile acquistare i capi d’abbigliamento seduta stante. Esistono dei piccoli locali annessi alle fabbriche utilizzati come sala delle trattative.

Bisogna avere mille occhi ed essere prudenti al Mercato, una folla ondeggiante e numerosa lo compone, i taxi sfrecciano tra banchi e banchetti, i carretti viaggiano a velocità folli spinti dai mercanti. È un luogo davvero unico, da vivere e da godere –come già accennato – prendendo qualche piccola precauzione e preparandosi mentalmente ad essere abbracciati dalla musicale confusione.

Altra peculiarità del Mercato è il Centro Commerciale “El Malik”. Non immaginatevi il “classico” Centro Commerciale che conosciamo –sin troppo bene, purtroppo – in Europa. Il loro concetto di Centro Commerciale è diverso, così come è diverse la concezione delle attività, degli spazi e dei prodotti in vendita.

Molti prodotti sono capi d’abbigliamento dei più celebri Brand di moda. Quantomeno, molti capi ricordano i Brand: infatti, come si dice ridendo Sergio “il n'y a rien d'original ici” (qui non c’è nulla di originale). Tutte perfette imitazioni: del resto, il business è business e l’idea di indossare un capo Brandizzato piace a molti. Se lo puoi acquistare ad un prezzo più contenuto –poiché imitazione – ben venga!

A proposito di business: l’asse Europa – Senegal funziona benissimo, soprattutto per quanto riguarda automobili ed elettrodomestici, che arrivano soprattutto dalla Spagna e – indovinate? - dall’Italia. Si tratta di prodotti che hanno fatto ila loro storia in Europa ed ora si trova –dopo migliaia di chilometri – al Mercato. Pronti per essere riadattati, ricondizionati, riciclati e rivenduti.

Il Mercato ci ha lasciato un’emozione unica, un ricordo profondo. Sentiamo ancora nelle orecchie i canti, i richiami dei mercanti e le voci degli intermediari che cercano di propri i loro servizi.  I profumi della frutta appena colta e del caffè ci accompagneranno per molto tempo.

Il Senegal è sempre più bello, passo dopo passo.

Preparatevi a seguirci nella prossima tappa: la nostra avventura nella Terra dei Baobab continua!

 

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.