Home » Canali » Motivazione & Determinazione » Freddie & Delilah - L'amore ha quattro zampe

Freddie & Delilah - L'amore ha quattro zampe

Freddie Mercury, il celeberrimo frontman dei Queen e Delilah, un’adorabile soriano. Un amore destinato a durare anche oltre la prematura scomparsa del cantante inglese.

GARDEN LODGE, LA REGGIA DEI GATTI

Una volta raggiunto il successo negli anni ’70, grazie ad album entrati a furor di popolo nella Storia del Rock, come “A Night at the Opera” e “News of the World” e dopo aver incantato le platee di mezzo mondo, Freddie Mercury decise di acquistare la dimora di Garden Lodge. Isolata, protetta da altissime mura di cinta, Garden Lodge era il buen retiro ove Freddie si riposava dalla fatiche dei tour e delle apparizioni. Non era mai solo, nella magione: infatti, il cantante dei Queen amava follemente i gatti, che risultavano essere i veri padroni della reggia.

A loro era permesso andare ovunque, salire sul letto del cantante (altrimenti off limits) ed ai gatti Freddie perdonava qualsiasi birichinata. Tanto era l’amore per i quattro zampe che Freddie, trovandosi molto spesso fuori casa per lavoro, chiamava via telefono Garden Lodge e si faceva passare ognuno dei felini. Un amore che proseguiva alla distanza. Tra tutti i felini, una spiccava: la soriana Delilah.

Adottata nel 1987 da Freddie, il loro fu amore puro sin dalla prima coccola. Era lei la prima che accoglieva Freddie al suo ritorno a casa, guidando la comitiva felina. Sempre lei dormiva nel letto del cantante, al suo fianco.

THE LAST DAYS

Freddie Mercury aveva già contratto il virus dell’HIV che avrebbe indebolito il suo corpo ed il suo sistema immunitario.  Era dimagrito, instabile sulle gambe ma la sua voce –seppur affaticata – era sempre forte, pulita, addirittura cristallina in alcune note. Freedie ed i Queen riuscirono a fare diverse session di registrazione nel 1991, da cui sarebbero stati ricavati due album “Innuendo”, pubblicato quando Mercury era ancora in vita e “Made in Heaven”, uscito postumo nel 1994. In “Innuendo” vi è una traccia, la numero 9, dedicata a Delilah. La canzone si intitola – per l’appunto – “Delilah” ed è una bellissima dichiarazione d’amore nei confronti della soriana, che alleviava le sofferenze dello stanco e debole Freddie.

Il 24 novembre del 1991, un comunicato stampa informò i media che Freddie Mercury era affetto dalla patologia. Il girono dopo, Mercury venne a mancare, colpito da una polmonite.

Delilah restò accanto al suo padrone ogni momento, in ogni distante, fino alla sua dipartita. Alla morte di Freddie, Garden Lodge diventò proprietà – secondo le volontà di Mercury – di Mary Austin, storica fidanzata, amica, amore e confidente di Freddie. Anche i gatti vennero affidati a Mary.

Molti passanti, fan e curiosi si recarono in pellegrinaggio a Garden Lodge per portare un omaggio, dei fiori, scrivere una dedica, suonare una canzone in onore del Leader. Diversi tra loro videro un gatto, fiero e splendido, arrampicato sui muraglioni di Garden Lodge, intento a fissare la strada, come se attendesse qualcuno.

Quel gatto era Delilah ed attendeva Freddie. Freddie che non sarebbe più tornato.

Delilah continuò ad attendere Freddie fino a quando non fu troppo vecchia per arrampicarsi sul muraglione. Venne a mancare anche lei.

Sicuramente, se esiste un posto dove ritrovarsi dopo questa vita, Freddie e Delilah sono assieme, a cantare e scrivere nuove canzoni.

Delilah, Delilah, oh amore mio, oh mia, oh mia, sei irresistibile/ Mi fai sorridere quando sto per piangere/Mi dai speranza, mi fai ridere e questo mi piace/La faresti franca anche per un omicidio, così innocente/Ma quando hai la luna di traverso sei tutta artigli e morsi/Va bene!

Delilah, Delilah, oh amore mio, oh mia, oh mia, sei imprevedibile/Mi fai così felice/Quando ti raggomitoli per dormire al mio fianco/E poi mi fai un po’ ammattire/quando fai pipì sul miei mobili Chippendale

Delilah, Delilah/Ehi, Ehi,Ehi/Sei tu a comandare in casa e in famiglia/Cerchi persino di rispondere al telefono/Delilah, sei la pupilla dei miei occhi.

(Delilah, scritta e composta dai Queen, Innuendo, 1991).

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri presenti nell'immagine.