Home » Canali » Motivazione & Determinazione » Quentin Tarantino - Natural Born Director

Quentin Tarantino - Natural Born Director

CHAPTER I : IO SONO PER GLI ESTREMI: O BUIO O LUCE. (Natural Born Killers, 1994)

L’anno è il 1984, proprio come nel libro di Orwell. L’anno delle Olimpiadi americane di Los Angeles. Quentin è un ragazzotto di vent’anni che ama recitare, scrivere e guardare i film di Mario Bava, indiscusso maestro dell’horror made in Italy.  Assieme all’amico fraterno Roger Avary lavora in un video noleggio, giusto per rimanere sempre nel magico mondo della pellicola.

Ad inizio dei coloratissimi e particolari anni ’90, Quentin riesce a vendere le sue prime due sceneggiature.  Gli storyboard diverranno poi due film di successo, “True Romance” e “Natural Born Killer”, anche se Quentin non risulterà nei titoli di coda, in quanto non felice delle modifiche.

CHAPTER II: PER TE È STATO BELLO COME LO È STATO PER ME? (“RESERVOIR DOGS, 1992)

Nel 1992, Quentin trova dei finanziatori per realizzare il suo primo lungometraggio. Poche location, un cast interessante, un cameo dello steso regista (che diverrà un’abitudine anche epr i successivi), una rapina che va per il verso storto. Il film, uscito negli USA con il titolo di “Reservoir Dogs” ed in Italia come “Le Iene” catalizza l’attenzione su Tarantino. Dopo aver riscosso consensi, Quentin è pronto per l’opera seconda.

CHAPTER III: MA I GIORNI IN CUI DIMENTICO SONO FINITI, STANNO PER COMINCIARE I GIORNI IN CUI RICORDO (“Pulp Fiction, 1994)

Nel 1994, esce nelle sale “Pulp Fiction”, pellicola numero due di Tarantino. La sceneggiatura ed il soggetto sono scritti a quattro mani con Roger Avary. Esattamente lui, l’amico del video noleggio. Il cast prevede Samuel L. Jackson (molto spesso presente nelle future pellicole Tarantiniane), Uma Thurman (Musa, amore indiscusso, ispirazione per Quentin) ed un redivivo John Travolta, oltre che un grande Bruce Willis.

Il film è un successo sia la botteghino sia per la critica. In quell’anno, la premiata ditta Tarantino – Avary fa incetta di riconoscimenti: La Palma d’Oro al Festival di Cannes, l’Oscar, il Golden Globe, il David di Donatello. Il mondo intero “scopre” Tarantino ed il suo film, dove b-movies anni settanta, splatter, spaghetti-western alla Sergio Leone, battute poltically uncorrect e citazioni si uniscono in un mix unico, fantastico: puro Tarantino Style.

Dopo quasi 25 anni, Tarantino ha diretto e girato ben 8 film ed è sul set del numero nove, che prevede un cast stellare: si parla di Leonardo di Caprio, Brad Pitt…

Tarantino ha sempre dichiarato di volersi fermare a quota 10 per poi dedicarsi soltanto alla stesura delle sceneggiature. Speriamo ci ripensi.

Lascia un Commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri presenti nell'immagine.