Home » Canali » WOMEN » Dalia Kaddari - Il Fiore veloce come il vento
Dalia Kaddari - Il Fiore veloce come il vento

Dalia Kaddari - Il Fiore veloce come il vento

 

Corre, corre veloce. Talmente veloce da essere Campionessa d’Europa Under 23 in carica nei 200 metri piani. Ma questo è solo l’ultimo dei successi di Dalia Kaddari, 20enne velocista sarda che recentemente ha partecipato anche alle Olimpiadi di Tokyo. L’età dalla sua parte, la velocità idem. Eppure se si va a scovare nel suo passato troviamo una breve esperienza nel basket e anche la vittoria di Miss Quartu 2016, quando aveva appena quindici anni.

Chi è Dalia Kaddari

Classe 2001. È nata a Cagliari, vive a Quartu Sant’Elena. Madre sarda, padre marocchino ma ormai sardo d’adozione, vive nell’isola da circa trent’anni. Così tanto legato alla Sardegna che in famiglia il suo nome d’origine Hassan è diventato Sandro.

 

Nel 2016 quasi per gioco ha partecipato alle selezioni di Miss Quartu, sbaragliando la concorrenza e vincendo la corona di regina quartese. A soli 15 anni si ritrova il suo volto stampato nei giornali locali, ma è sempre riuscita a tenere i piedi ben piantati a terra, legando la sua vita agli shooting fotografici, allo sport e allo studio. Sogna di diventare una criminologa, non le interessa la vita da modella e intanto corre sulle piste d’atletica e lo fa con cinismo ed eleganza.

 

E con un nome così, forse non è neanche una coincidenza.

 

“La dalia, nel linguaggio dei fiori, significa dignità, per via del portamento gentile e composto, per il suo fiore perfetto, sorretto saldamente dallo stelo robusto”.

 

Se con il basket non funziona granché, non si può dire la stessa cosa con l’atletica. Nel 2014 nella Tespiense Quartu inizia la sua avventura nella categoria Ragazzi. Un anno più tardi è già sul podio agli Studenteschi.

 

Successivamente arriva il debutto nella categoria Allievi, mettendo in mostra subito il suo talento. Nel 2017 infatti conquista il primato italiano Under 18 con il tempo di 23.68. Un anno dopo alza ulteriormente l’asticella con il quarto posto nella finale europea Under 18 di Gyor e con la medaglia d’argento alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires sui 200 metri piani con il tempo di 23.45.

 

Per due anni consecutivi (2020 e 2021) ha vinto l’Oro nei 200 metri piani nei campionati italiani assoluti di atletica leggera. Nel 2021 è riuscita a scendere sotto il muro dei 23 secondi, facendo segnare il tempo di 22.64 agli Europei Under 23. Tempo che gli ha permesso di portare a casa l’Oro.

 

Il 2021 è stato anche l’anno delle Olimpiadi a Tokyo, dove si è fermata alla semifinale dei 200 metri piani, con il tempo di 23.41. Qualche rimpianto per questa prestazione, considerando i tempi di gran lunga più bassi fatti registrare prima della partenza per il Giappone. Tutta esperienza per la velocista quartese di soli 20 anni, che davanti a sé si ritrova un futuro luminoso e - si spera - ricco di soddisfazioni.

 

I record e le vittorie di Dalia Kaddari

 

Attualmente la velocista quartese detiene tre record nazionali. Il tempo di 23.45 nei 200 metri piani Under 18, il tempo di 23.85 dei 200 metri piani indoor Under 20 e il tempo di 23.23 dei 200 piani Under 20.

 

Il suo miglior tempo personale generale è quello di 22.64 fatto segnare all’Europeo Under 23 disputato quest’anno a Tallinn in Estonia. Dal 2017 al 2021 ha abbassato il suo tempo di un secondo.

 

Nella bacheca di Dalia Kaddari, senza considerare i piazzamenti a podio, sono presenti due trofei come campionessa italiana Under 18 nei 200 metri piani (2017 e 2018), due trofei come campionessa italiana Under 20 nei 200 metri piani indoor (2019 e 2020) e infine due trofei come campionessa italiana assoluta nei 200 metri piani (2020 e 2021). A questi va aggiunto anche l’Oro nell’Europeo Under 23 del 2021.

E siamo solo all’inizio...

 

Sta girando il mondo grazie all’atletica leggera ma il cuore rimane in Sardegna. Anche se il suo sogno è la Thailandia, spinta dalla curiosità di conoscere nuove culture. Alcuni sogni li ha già realizzati: l’Olimpiade di Tokyo è solamente la ciliegina sulla torta. In mezzo ci sono tanti sacrifici che le hanno permesso di far parte delle Fiamme Oro, uno dei suoi obiettivi fin dalle prime corse e i primi sprint.

 

In Sardegna però c’è tutto ciò che le serve. Gli amici e la famiglia. Prima della partecipazione alle Olimpiadi si è raccontata a La Nuova Sardegna. Una ragazza senza vizi e che non è mai cambiata neanche dopo le importanti vittorie, merito anche degli insegnamenti della famiglia.

 

A 20 anni la sua carriera sportiva non può che essere solamente agli inizi. E se il buongiorno si vede dal mattino… Dalia Kaddari sarà protagonista ancora per diversi anni e porterà in alto il nome della Sardegna e di Quartu Sant’Elena in giro per l’Italia, per l’Europa e per il mondo.

 

Marco Deiana

 

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.