Home » Canali » WOMEN » Milena Bertolini - La guida delle Azzurre
Milena Bertolini - La guida delle Azzurre

Milena Bertolini - La guida delle Azzurre

Prima di diventare commissario tecnico dell’Italia Femminile, Milena Bertolini ha girato lo stivale in lungo e in largo da calciatrice e - un po’ meno - da allenatrice. È stata in Sardegna per una stagione, vestendo la maglia della Sassari Torres nei primissimi anni ‘90. Un anno avaro di trofei ma non per questo fondamentale per la sua crescita sportiva e umana.

Chi è Milena Bertolini

 

Classe ‘66. Dal 2017 guida l’Italia Femminile dalla panchina, subentrando ad Antonio Cabrini. Ma prima di arrivare (forse) nel punto più alto per una allenatrice ha dovuto sudare le cosiddette sette camicie.

 

Cresciuta calcisticamente al Correggio, disputando i campionati misti fino alla maggiore età. Ha disputato ben diciassette stagioni, cambiando spesso squadra. Dall’esordio in Serie B fino alla promozione in Serie A con la maglia della Reggiana, vestendo poi in ordine le maglie di Modena, Prato, Sassari Torres, Bologna, Agliana, Fiammamonza, Pisa e Foroni Verona.

 

Non sono mancate le soddisfazioni e i trofei. Nella bacheca di Milena Bertolini troviamo infatti un campionato di Serie B, tre Scudetti (uno con la Reggiana e due con il Modena), una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. Nel 2018 è stata inserita nella Hall of Fame del calcio italiano nella categoria calciatrice italiana.

 

È stata anche una delle colonne portanti della Nazionale Italiana con oltre 70 gol in 150 presenze, nonostante il suo ruolo da difensore. La sua carriera da calciatrice di fatto è durata dal 1984 al 2001, anno in cui decide di appendere le scarpette al chiodo, pur rimanendo nel mondo del calcio.

 

Infatti durante la sua esperienza da calciatrice prima ha conseguito il diploma in educazione fisica e poi - tra un’esperienza e l’altra, tra queste anche una come preparatrice atletica delle giovanili del Modena - anche la laurea in Scienze Motorie e Sportive.

 

E poco dopo aver detto addio al calcio giocato, nel 2001 ha accettato l’incarico di allenatrice in seconda del Foroni Verona, vincendo una Supercoppa e uno Scudetto.

 

Nel 2004 arriva la chiamata che le permette di assumere l’incarico di allenatrice (in prima): la Reggiana, la stessa che le ha permesso di esordire tra le grandi con le scarpette ai piedi. Rimane a Reggio Emilia per sette stagioni condite dalla vittoria in Coppa Italia nel 2009-10, battendo in finale la Torres. L’esperienza con la Reggiana si chiude nel 2011, con un trofeo e ben tre Panchine d’Oro della Serie A Femminile.

 

Nel 2012 inizia invece l’avventura da allenatrice del Brescia. Cinque stagioni in Lombardia da protagonista in Italia: due Scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane (oltre ad un cammino fino ai quarti di finale della Champions League Femminile nel 2016). A questi sei trofei si aggiungono altre tre Panchine d’Oro della Serie A Femminile. Nel 2017 chiude la sua esperienza nel club bresciano e ad attenderla c’è la più prestigiosa delle esperienze.

 

Nell’estate 2017 arriva la chiamata della FIGC che la nomina commissario tecnico delle azzurre. Una sfida molto impegnativa, considerando i pochi investimenti dei club italiani nel calcio femminile. Eppure dopo vent’anni riesce a riportare l’Italia Femminile ad un Mondiale (quello 2019, disputato in Francia), concluso ai quarti di finale e portando un entusiasmo senza precedenti al mondo del football femminile.

 

Nel febbraio 2021 conquista un altro importante traguardo con la qualificazione delle azzurre a Euro 2022 che si disputerà in Inghilterra. Questo le vale il rinnovo fino al 2023, quando è in programma il Mondiale in Australia e Nuova Zelanda.

Impegno extra sportivo

 

Milena Bertolini ha dedicato tempo e energie anche su questioni lontane (in parte) al mondo del calcio. Infatti dal 1994 al 1998 è stata Assessora allo Sport e Servizi Sociali del Comune di Correggio, mentre dal 1998 al 2002 è stata consigliere provinciale a Reggio Emilia.

Un anno importante in Sardegna

 

A 25 anni Milena Bertolini ha avuto la possibilità di vestire la maglia della Sassari Torres, attualmente la squadra più titolata d’Italia. Una sola stagione, quella 1991-92, che non ha portato trofei nella bacheca della calciatrice (e del club sardo), ma che ha segnato profondamente l’attuale CT delle azzurre.

 

“L’anno in Sardegna mi ha fatto scoprire la bellezza dei sardi, sapere cosa significa il vero mare. A livello di scoperte è stato il più significativo”.

 

Un trampolino che le ha permesso poi di vincere tutto a livello nazionale sia da calciatrice che da allenatrice. C’è un pizzico di Sardegna tra le azzurre.

 

Marco Deiana

 

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.