Home » Canali » WOMEN » Patrizia Panico - Volevo essere Maradona
Patrizia Panico - Volevo essere Maradona

Patrizia Panico - Volevo essere Maradona

 

Ha raccolto il testimone da Carolina Morace, diventando una delle icone del calcio femminile in Italia, prima ancora che tutto il movimento subisse una grossa accelerata dovuta all’intervento di diversi club professionistici maschili, che hanno acquisito titoli sportivi da altri club e hanno reso la Serie A Femminile molto più appetibile, sia per le calciatrici straniere sia per i diritti tv. Stiamo parlando di Patrizia Panico, la bomber di Roma che vanta una marea di titoli.

Alla scoperta di Patrizia Panico

 

Partiamo subito con il botto, ossia con le vittorie e con i numeri di Patrizia Panico. L’ex calciatrice (oggi allenatrice della Fiorentina Femminile) italiana nella sua carriera ha vinto 10 volte il campionato italiano, 5 volte la Coppa Italia, 8 volte la Supercoppa Italiana. E qui siamo nell’ambito dei trofei di squadra.

 

Dal punto di vista personale invece ha vinto per 14 (quattordici!!) volte il titolo di capocannoniere della Serie A Femminile, una volta il titolo di capocannoniere della Champions League Femminile e nel 2015 - nel corso della sua ultima stagione prima di appendere le scarpette al chiodo - è stata inserita nella Hall of Fame del calcio italiano nella categoria Calciatrice italiana.

 

Una carriera, da calciatrice, durata ventitré anni, vincendo (quasi) ovunque. Dal 1993 al 2016 ha vestito le maglie di Lazio, Torino, Modena, Milan, Bardolino Verona, Torres, AGSM Verona (che sostituì la Bardolino Verona) e Fiorentina, oltre ad una breve esperienza americana con la maglia delle Sky Blue.

 

Una calciatrice che vedeva la porta come poche altre. La bomber per eccellenza che ha raccolto il testimone lasciato da Carolina Morace. Le due centravanti infatti si sono incrociate per pochi anni sui campi della Serie A Femminile, ma nel 1997-98 la Morace e la Panico si ritrovano insieme a Modena, formando un tandem d’attacco decisamente devastante. Risultato finale: Scudetto e Supercoppa Italiana.

 

Patrizia Panico ha concluso la sua carriera da calciatrice con 618 gol in 549 partite nella Serie A Femminile. Le reti diventano oltre 650 in circa 600 match se si considerano tutte le competizioni. E questi numeri sono riferiti solamente ai club. Dal 1996 al 2014 ha vestito e onorato anche la maglia dell’Italia: 204 gare e 110 gol.

 

Una media gol imbarazzante (in senso positivo, si intende): oltre un gol a partita con i club, un gol ogni due partite con la Nazionale. Abbiamo visto di peggio…

 

Appese le scarpette al chiodo, non ha perso tempo, buttandosi subito nella sua nuova avventura da allenatrice. Ha iniziato nel 2016 come assistente di Daniele Zoratto nell’Italia Under 16 maschile (guidando la squadra in occasione di un match contro i pari età della Germania per l’assenza del ct, prima donna ad allenare una nazionale maschile in Italia) e nel 2018 ha preso in mano la Nazionale Under 15.

 

Nell’estate 2021 è arrivata la chiamata della Fiorentina. Un biennale per ripartire - come allenatrice - in quella Serie A Femminile lasciata, da calciatrice, pochi anni fa proprio con la maglia viola addosso, sua ultima squadra con le scarpette ai piedi.

Volevo essere Maradona

 

Probabilmente in tanti si staranno chiedendo. Perché Volevo essere Maradona? È il titolo del libro che Valeria Ancione ha scritto per raccontare la storia di Patrizia Panico: dalle difficoltà adolescenziali all’exploit nel mondo del calcio femminile. Un titolo non casuale sicuramente:

 

“A otto anni già volevo essere Maradona. Sono diventata Patrizia Panico, ma prima di tutto sono stata Bruscolo”

 

Alla fine il suo sogno l’ha realizzato, a suon di gol e titoli di squadra e personali.

Il rapporto con la Torres

 

Patrizia Panico ha vestito per cinque stagioni la maglia della Torres Femminile, dal 2009 al 2014. Inutile stare qui a dire quanto sia stata fondamentale per le vittorie con la maglia delle sassaresi. In bacheca in quegli anni ha portato quattro Scudetti, cinque Supercoppe Italiane e una Coppa Italia. Dal punto di vista personale invece conta ben quattro titoli di capocannoniere della Serie A con la Torres.

 

Nella sua ultima stagione a Sassari ha toccato quota 43 reti in campionato. Una cifra pazzesca, anche se non da record per la sua carriera. Infatti con la Lazio ad inizio carriera riuscì a toccare e superare quota 50 reti in un solo campionato.

 

Il suo nome è inciso nella storia della Torres Femminile che, ad oggi, rimane la squadra più titolata d’Italia, grazie anche ai gol e alle prestazioni di Patrizia Panico.

 

Marco Deiana

Lascia un Commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Per evitare spam automatico ti invitiamo a compilare il form correttamente.